Utente 435XXX
Salve a tutti! Mi sono stati diagnosticati (poco più di un anno fa) tre fibroadenomi in entrambi in seni (due di misure non molto rilevanti – 1,2 cm e 0,8 cm – e un altro di 3,8 cm). Il dottore a cui mi sono rivolta, mi ha subito sconsigliato l’ago aspirato e l’operazione, e sotto suo consiglio, sto seguendo una cura a base di flavonoidi, pastiglie e crema, con controlli periodici ogni 4/6 mesi, con ecocolor-doppler con metodo dell’elastosonoografia, per valutare se la dimensione e l’infiammazione cambiano. Mi ha detto inoltre che si potrà si operare, ma soltanto nel momento in cui il nodulo sarà completamente sfiammato (infiammazione che si vede solamente con l’ecocolor-doppler - che in ospedale non hanno il macchinario per eseguirlo), e che la cura con i flavonoidi aiuta a sfiammare e la possibile riduzione del nodulo stesso.
Qualche settimana fa, dopo un anno di questa cura, ho chiesto consulto a un altro medico, quest’ultimo mi ha detto che l’esame a colori è completamente inutile, che le stesse informazioni si possono avere con una semplice ecografia bianco/nero, che l’infiammazione non esiste ed è assolutamente favorevole alla biopsia istologica (c.d. ago aspirato) per verificare se è un fibroadenoma “normale” o di tipo “gigante” che continua quindi a crescere, e successivamente procedere alla rimozione – del nodulo più grande – effettuata da un chirurgo plastico per ridurre al minimo la cicatrice, e in un futuro abbastanza prossimo.
Volevo sentire voi cosa ne pensate, se davvero l’ago aspirato “fa male” o è necessario farlo e come direste di procedere.
Dopo l’operazione, potrò tornare a prendere la pillola (che ho sospeso su consiglio del primo medico per limitare l’introduzione di ormoni e per evitare che i noduli si infiammino di più)? C’è la possibilità che si sviluppino nuovi noduli in futuro?
Grazie a chi mi risponderà.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Una tempesta in un bicchiere d'acqua (^___^)

1) I fibroadenomi certi si lasciano lì a meno che non crescano. Talvolta si stabilizzano dopo i 30 anni

Legga
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

2) L'agobiopsia non fa male e si esegue in caso di dubbi

3) Che i flavonoidi possano curare i fibroadenomi lo scopro per la prima volta.

Tanti saluti
Salvo Catania


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Grazie della sua pronta risposta!

Probabilmente mi sono spiegata male, vorrei togliere almeno il più grande dato che mi provoca diverso fastidio sia psicologico che fisico per le dimensioni.

Il punto e' che due specialisti mi hanno detto cose completamente diverse:

- il primo, con l'esame "ecocolor-doppler con metodo dell’elastosonoografia" ha detto che i miei fibroadenomi sono infiammati e devo prima di tutto prendere crema e pastiglie citate per farli sfiammare, bloccare la crescita e forse ridurli. Dopodichè si può rimuovere ma assolutamente senza l'ago aspirato per non rischiare che possano trasformarsi in qualcos'altro.

- il secondo mi ha detto che l’infiammazione non vuol dire nulla e l’altro esame particolare a colori non da alcun beneficio. Ha detto inoltre che si può togliere subito (per evitare ulteriori fastidi) dopo un controllo con ago aspirato per vedere se sono di tipo normale o gigante e operare nel modo corretto di conseguenza.

Vista la contraddizione, volevo un altro parere di uno specialista che confermasse uno o l’altro medico.

Ultima domanda, c'e' la possibilita' che appena riprendo la pillola anticoncezionale possano formarsene altri immediatamente a causa degli ormoni introdotti con la pillola? 

Grazie mille ancora!