Utente 428XXX
Salve,
Sono una donna di 40 anni, dall'età di 25 ho sempre fatto controlli ecografici periodici a causa di presenza, bilateralmente, di piccole cisti e fibroadenomi al seno sinistro. Ai controlli periodici, queste ultime formazioni ( i fibroadenomi) sono sempre risultate in leggero accrescimento, nell'ordine di 2/5 mm ogni anno e mezzo. A luglio i più grandi erano stimati della dimensione di 2.7 e 3 cm. Dall'ultima ecografia eseguita a metà gennaio è però risultato un aumento dimensionale significativo, di 5 mm e 1 cm rispettivamente il che, data la mia età, è risultato un po' inaspettato. Premetto che nel frattempo non ho fatto nè cure ormonali nè altri trattamenti farmacologici. Inoltre uno dei fibroadenomi è risultato vascolarizzato. Sono in attesa, come da consiglio del medico, di effettuare mammografia e RMN, ma nel frattempo vorrei una vostra opinione in merito: questa accelerazione dell'accrescimento è indice di un qualche probabile problema? Il fatto che l'ultima eco sia stata fatta due giorni prima dell'inizio del flusso mestruale ha eventualmente potuto falsare i risultati? Vorrei avere un'idea di cosa aspettarmi. Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se la diagnosi di fibroadenoma è certa un incremento dimensionale è possibile a qualsiasi età.
Quindi starei tranquilla

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/68-fibroadenoma-devo-operare.html

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Grazie mille per la pronta risposta, dottore.
Tengo a sottolineare che comunque la diagnosi di verosile fibroadenoma si basa solo su riscontri ecografici ( ho un seno denso) e che non ho mai eseguito altri esami in merito. Solo l'ultima ecografia ha richiesto integrazione delle indagini tramite Rmn con mdc e mammografia (data l'età). Lei pensa che questi nuovi esami mi siano stati indicati proprio per avvalorare la "certezza" della diagnosi o per un'analisi differenziale con qualcos'altro?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non lo so perché siano stati richiesti.

In questi casi se ci fossero dubbi approfondirei con una agobiopsia ecoguidata e Mammografia in ragione dell'età
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Gent.mo Dr Catania,
Grazie per la chiarezza.
Qualora decidessi per una soluzione chirurgica, quali esami mi consiglierebbe per il pre-operatorio?

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quelli di routine per anestesia locale-
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 428XXX

Gent.mo dottore,
Nell'ultima richiesta (chiedo venia) non mi sono espressa correttamente. Intendevo dire, volendomi sottoporre ad un intervento di asportazione, a suo avviso è necessario preliminarmente fare mammografia, rmn e ago aspirato? l'esito di questi esami potrebbe in qualche modo determinare un diverso approccio all'intervento? Me lo chiedo in quanto ho letto che in caso di fibroadenomi complessi viene rimosso molto più tessuto, potrei (sempre in via teorica) secondo lei, rientrare in tale casistica?

[#7] dopo  
Utente 428XXX

Gent.mo dottore,
Sarebbe molto importante avere un suo parere in merito a quanto ho espresso nell'ultimo post. Sono in attesa di visita e la sua competente opinione alleggerirebbe molto l'ansia del l'attesa.
Grazie mille e buon lavoro