Utente 234XXX
donna ora anni 38.
A 29 anni ca in situ : quadrectomia+radio.
A 32 anni recidiva sempre ca in situ: mastectomia e null'altro.
Controlli annuali sempre ok.
Volevo parere su alimentazione che seguo.
Premetto che lavoro n.6 ore al giorno, dalle 8..00 alle 14.00.
Colazione: fetta biscottata con marmellata oppure cereali zuccherati + tazza caffè+latte soia o riso o mandorla(evito latte normale perché vedo che mi gonfia.
Metà mattina: crakers o pavesini, saltuariamente una banana.
Pranzo(dopo le 14.00): pasta classica alternata a pasta senza glutine fatta con farina di ceci o di riso e mais o di piselli odi grano saraceno, condita con verdure o sugo pomodoro, a volte un po di pancetta :)
Cena (ore 19.00circa): carne +verdura oppure tonno in scatola+verdura oppure affettato+verdura, oppure formaggio feta o mozzarella+verdura oppure uova + verdura. Più raramente pesce+verdura.
Dopo cena spesso mi concedo qualche biscotto dolce.
Secondo lei dottore come mi sto comportando?
cerco di fare anche un po di attività fisica ma sono pigra lo ammetto, mi sto impegnando cmq in camminate almeno 2-3 volte la settimana.
Conto su un Vs. parere al volo perché di articoli su internet sul tipo di alimentazione che dovrei tenee ne ho letti tantissimi ma a questo punto mi piacerebbe avere un parere diretto su come mi comporto io nello specifico.
Grazie mille a tutti.
Un bacio.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci vorrebbe un volume per rispondere alla sua semplice e chiara domanda. (^__^)

Per la PREVENZIONE PRIMARIA (nel suo caso del seno controlaterale) non ci sono diete standardizzate da approvare o correggere, ma stili di vita. Ad esempio
"cerco di fare anche un po di attività fisica ma sono pigra lo ammetto, mi sto impegnando cmq in camminate almeno 2-3 volte la settimana."
sino alle conoscenze acquisite prima del 2014 poteva andar bene. Oggi si ritiene che l'attivita' fisica quotidiana (es. salire le scale...) abbia la stessa importanza dell'alimentazione.

Occorre un volume e forse non basterebbe per correggere alcuni suoi pregiudizi su questa malattia derivati probabilmente da una esplorazione senza guida di informazioni sulla rete.
Un tumore insorto prima dei 50 anni vuol dire che non si può pensare che il primitivo tumore sia stato provocato dall'invecchiamento delle cellule, ma da cause verosimilmente genetiche. Noi con l'intervento rimuoviamo il tumore, ma non le cause che continuano ad agire. Ecco perché nel suo caso la cautela deve essere massima

Le suggerisco un differente approccio alla malattia, perché di cancro si guarisce, ma è più difficile guarire dalla seconda e più grave malattia che si accompagna ad esso : la paura del cancro !
Di questo ci occupiamo da anni nel mio blog RAGAZZE FUORI di SENO, https://www.medicitalia.it/news/senologia/6986-blogterapia-ragazze-fuoridiseno-rfs-bilancio-anniversario.html

in cui e' possibile correggere molti dei suoi pregiudizi su ereditarieta', prevenzione, e soprattutto PAURE

Se lo desidera (si presenti con un nome, anche fasullo) e dica pure che l'ho invitata io, cosi' puo' saltare tutti i preamboli ed entri nel nostro blog delle RAGAZZE FUORI DI SENO e Le prometto che chiariremo tutti i suoi dubbi a piccole dosi

RIASSUMA LA STORIA (VA BENE ANCHE IL COPIA INCOLLA DI QUESTO CONSULTO) E PARLI DELLE SUE PAURE senza remore.....


https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-757.html

Tanti SALUTI

l'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com