Utente 442XXX
Egregi Dott. mia moglie è andata per controllo dopo biopsia escissionale di 6 mesi fà e dall'eco è uscito questo referto:esiti di intervento a sinistra,con diffusa disomogeneità strutturale pericicatriziale.regolare morfologia del profilo cutaneo e dello spazio adiposo peri-mammario nei restanti quadranti.Strutture parenchimo-stromaliin iniziale involuzione ,con prevalenza della componente iperecogena disomogeneamente addensata al QSE.a sinistraa sede equatoriale esterna si apprezza piccola area di alterata ecogenicità con sbarramento acustico posteriore di circa 5 mm di dubbia interpretazione meritevole di integrazione diagnostica con esame mammografico e rivalutazione clinica.Alcune formazioni cistiche a sinistra in particolare a sede equatoriale interna sinistra si apprezza formazione similcistica settata a pareti lievemente ispessite. alcune centimetriche formazioni linfonodali (la maggiore di circa 16mm) a sede ascellare alcune sclerotiche. Nella stessa giornata ha provveduto ad effettuare come consigliato anche la mammografia con questo referto:esiti di nodulectomia all'UQInf di sinistra.Strutture parenchimo-stromali in involuzione fibroadiposa con zolle ghiandolari residue discretamente addensate. Non si apprezzano formazioni nodulari ne microcalcificazioni a significato patologico in relazione al reperto segnalato al rcente esame US si consiglia stretto follow-up ecografico e/o rivalutazione con esame RM su indicazione clinica. Per la successiva prevenzione oncologica si consiglia controllo clinico semestrale e mammografia annuale.Ora questa è la mia domanda quale dei 2 referti è più affidabile visto che la mammografia smentisce del tutto o quasi l'ecografia? Visto che già 6 mesi fà fu sottoposta a biopsia escissionale per un nodulo di 5 mm rivelatosi fortunatamente nessuna neoplasia come da esame istologico possibile che debba essere di nuovo operata? Di chi dobbiamo fidarci è il caso veramente di fare una RM? Grazie aspetto fiducioso una vostra cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Essendo stato rilevato dalla ecografia farei una AGOBIOPSIA ecoguidata per l'esame cito-istologico e sarebbe la soluzione piu' rapida e semplice

Tanti saluti
Savo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Grazie Dott.Catania per la risposta quindi secondo lei sarebbe opportuno fare direttamente l'agobiopsia ed evitare la RM ?

[#3] dopo  
Utente 442XXX

Gentilissimo Dott Catania mia moglie si è sottoposta alla RM con questo esito:Bilateralmente segni di involuzione adiposa.A sinistra in corrispondenza del QII apprezzabilità di formazione ovalariforme del diametro max di circa 13 mm iperintensa in T1 con decadimento nelle sequenze con soppressione da liponecrosi con evidenza in corrispondenza del margine anteriore di focale area di enhancement progressivo del diam max di circa 5 mm con curve di tipo II borderline. Bilateralmente minimo enhancement del parenchima mammario . Utile rivalutazione clinica. In attesa della visita dal senologo potrei avere un suo parere al riguardo la ringrazio infinitamente.