Utente 398XXX
Buon pomeriggio,
sono una donna di 48 anni, operata nel febbraio del 2016 di tumore al seno sinistro (quadrante e dissezione ascellare dopo 1 mese).
Carcinoma infiltrante NST G3 pT2 (18 mm) pN0 (3/30) RE: 0%, Rpg: 0%, KI-67: 85%, HER2: ----.
Ho eseguito 4 cicli EC ogni 21 gg e 12 taxolo (paclitaxel settimanale)
A seguire radioterapia: 30 sedute fino alla zona sovraclaveare.
Al 28 aprile non segni di recidiva.
La situazione quest'estate si è evoluta. Ho sentito un nodulo sempre a sinistra in un'area sopra quella mammaria.
Ho fatto 2 eco e 1 mammo + un risonanza + 1 citologico
Vi allego l'esito della risonanza:
Quesito clinico: valutazione nodulo del QSI sinistro in paziente con pregresso k mammella sinistra.
Raccordo anamnestico: esiti di chirurgia a sinistra. La paziente porta in visione una recente ecografia
eseguita in altra sede con riscontro di nodulo nel quadrante supero-interno alto sinistro sottoposto
ad agoaspirato con risultato Cl (materiale granulare acellulato).
Tecnica: esame eseguito mediante scansioni assiali e sagittali con sequenze DWI, FSE T2 e Vibrant
con acquisizioni dinamiche dopo somministrazione di mdc, e completato mediante ricostruzioni MIP e
MPR.
Referto
Esiti di chirurgia a sinistra.
Struttura mammaria di tipo prevalentemente fibroghiandolare.
Scarso enhancement parenchimale di base.
Bilateralmente sono presenti alcune piccole immagini rotondeggianti, iperintense in condizioni di
base e senza enhancement, la maggiore di circa 1 cm, riferibili a cisti a contenuto corpuscolato.
Nel quadrante supero interno alto della mammella sinistra, verosimilmente in corrispondenza della
lesione nodulare descritta ecograficamente e già sottoposta ad agoaspirato, è presente piccola
formazione ovalare di 6 mm, iperintensa nelle sequenze T2 e ipointensa nelle sequenze T1 con
soppressione del grasso, con Iieve enhancement parietale, di verosimile significato benigno
(liponecrosi ?), meritevole di stretto follow-up ecografico.
AII'incrocio dei quadranti inferiori della mammella destra è presente un piccolo focus di enhancement
di 5 mm, meritevoli di second-look ecografico e di eventuale rivalutazione RM a 6 mesi.
Non linfoadenopatie nei cavi ascellari e lungo le catene mammarie interne.
Conclusioni
BI-RADS 3: esame con reperti verosimilmente benigni, meritevoli di stretto follow-up.


Vorrei capire quanto sono dubbi questi Enhancement (che dovrebbero essere degli addensamenti)?
devo stare sempre all'erta? devo fare subito degli altri accertamenti?
Vi ringrazio per le vostre cortesi risposte.
Saluti
Marcella

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive sembrano tutti esiti della chirurgia ( e suppongo radioterapia) . Ovviamente un monitoraggio, come consigliato, stretto e' indicato.
Anche perche' siamo di fronte ad un TRIPLO NEGATIVO


Occorre un volume e forse non basterebbe per correggere alcuni suoi pregiudizi su questa malattia derivati probabilmente da una esplorazione senza guida di informazioni sulla rete.

Nessuno puo' negare che la situazione sia complessa, ma curabile senza alcun dubbio associando alle terapie le raccomandazioni di Prevenzione Primaria.

Un tumore insorto prima dei 50 anni vuol dire che non si può pensare che il primitivo tumore sia stato provocato dall'invecchiamento delle cellule, ma da cause verosimilmente genetiche. Noi con l'intervento rimuoviamo il tumore, ma non le cause che continuano ad agire. Ecco perché nel suo caso la cautela deve essere massima, Le suggerisco un differente approccio alla malattia, perché di cancro si guarisce, ma è più difficile guarire dalla seconda e più grave malattia che si accompagna ad esso : la paura del cancro !


Di questo ci occupiamo da anni nel mio blog RAGAZZE FUORI di SENO, cui partecipano in maggioranza pazienti con un TRIPLO NEGATIVO

https://www.medicitalia.it/news/senologia/6986-blogterapia-ragazze-fuoridiseno-rfs-bilancio-anniversario.html

in cui e' possibile correggere molti dei suoi pregiudizi su ereditarieta', prevenzione, e soprattutto PAURE e DARE SEMPRE SPERANZA

https://www.medicitalia.it/blog/oncologia-medica/4700-dare-speranza-fattori-predittivi-mera-informazione-condanna.html

Se lo desidera (si presenti con un nome, anche fasullo) e dica pure che l'ho invitata io, cosi' puo' saltare tutti i preamboli ed entri nel nostro blog delle RAGAZZE FUORI DI SENO e Le prometto che non la lasceremo sola..
RIASSUMA LA SUA STORIA E PARLI DELLE SUE PAURE senza remore..... Va bene allegare anche con il copia-incolla questa richiesta di consulto direttamente su

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-946.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Buongiorno Dottor Catania,
la ringrazio per la sua risposta.
In questo momento della mia vita, la paura di riammalarmi sta prendendo il sopravvento. Paradossalmente ero più serena quando stavo facendo la chemio, rispetto a ora.
Grazie ancora e buona domenica.

[#3] dopo  
Utente 398XXX

Mi sono scordata di chiederle una cosa: ha senso ora fare un test genetico?
Grazie