Utente 367XXX
Buongiorno dottori,
settimana scorsa mi sono rivolta a un senologo in quanto avevo un seno dolente e arrossato ed ero appena uscita da una mastite all'altro seno dopo 3 settimane di cura.
Durante la visita mi ha detto che non si tratta di mastite ma di un ingorgo e mentre eseguiva l'ecografia mi ha detto che secondo lui c'era una stasi di latte superficiale ma nel referto leggo quanto segue e vorrei aiuto a comprendere quanto scritto: "mammelle di consistenza parenchimitosa. Al limite esterno del quadrante infero-esterno di sinistra si apprezza piccolo nodulo dolente (ipoecogeno, ben definito mm. 6).
Non segno di flogosi acuta.
Si consiglia applicazioni di arnica per 7 gg dopo la poppata"
Non mi ha prescritto ulteriori controlli se non un risentirci in caso di non miglioramento dei sintomi a fine trattamento.
Ad oggi non ho più dolore, vorrei capire oltre al contenuto del referto, se è il caso di ricontrollare questo nodulo e se può essere preoccupante.
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non saprei cosa rispondere perche' "nodulo ipoecogeno" non e' una diagnosi , ma si desume da quanto descrive e dai provvedimenti adottati che dovrebbe stare tranquilla in senso oncologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 367XXX

La ringrazio per la risposta. Lei mi consiglierebbe un ulteriore controllo a fine allattamento o meglio prima? Quanto è opportuno aspettare dal termine dell'allattamento per avere un'ecografia veritiera?