Utente 466XXX
Egregi Dottori,
buonasera. Sono una donna di 49 anni in menopausa, sopravvenuta naturalmente all'eta' di 45 anni. Specifico inoltre che da quattro anni circa faccio la mammografia con lo screening ogni due anni ed e' sempre risultata negativa.
Un paio di giorni fa mi sono rivolta al mio medico di base perche' avevo un dubbio su un piccolo nodino vicino al capezzolo DX che avevo sentito con l'autopalpazione. Il mio medico ha effettuato dapprima la palpazione di entrambe i seni e poi ha effettuato anche un'ecografia di controllo al seno DX. Ha cosi' riscontrato un piccolo addensamento privo di vascolarizzazione di circa 1 cm. X 0.8 mm a ore 7.00 in zona periareolare DX. Per scrupolo ha controllato anche i linfonodi ascellari che sono comunque risultati di aspetto normale. Alla fine mi ha detto che l'ecografia non aveva segnalato nulla di strano e che l'addensamento non aveva un aspetto maligno. Per maggior scrupolo mi ha pero' consigliato di effettuare un ulteriore eco bilaterale, senza urgenza, presso una struttura ospedaliera.
Vorrei quindi avere un vostro parere (che cos'e' esattamente un addensamento?) e chiedere pertanto se secondo il vostro giudizio esperto posso stare tranquilla.
Vi ringrazio molto anticipatamente delle vostre gentili risposte.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Addensamento non e' una diagnosi e senza preoccupazioni occorre dimostrare di cosa si tratta : in altre parole definire esattamente la natura della lesione. Ad esempio con una agobiopsia ecoguidata, ma a 49 anni per prima cosa si fa una mammografia

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 466XXX

Egr. Dr. Catania,
la ringrazio molto della sua cortese risposta. Chiedo scusa, solo un'ultima domanda. Vorrei sapere se comunque un'addensamento di eventuale tipo maligno puo' essere gia' riconosciuto dal medico anche con la sola ecografia e se l'assenza di vascolarizzazione e di linfonodi ingrossati fa ben sperare per una definitiva diagnosi di benignita'.
Grazie ancora della sua cortese attenzione.
Un saluto