Utente 480XXX
Buona sera, ho un problema al seno che non riesco a capire...
Fino a Luglio 2017 ho allattato mio figlio nato ad Aprile 2015, poi si è presentata una forte mastite al seno sinistro ed ho smesso. La mastite è stata curata con Neoduplamox (1 settimana) e Flogeril Forte e per inibire la formazione di latte mi era stato prescritto il Dostinex. Il latte ha continuato a formarsi per un po', ma il seno stava bene. Sotto consiglio del ginecologo ho cominciato ad assumere anche la pillola anticoncezionale (Klaira).
Ad ottobre comincio ad avvertire forti dolori al seno sinistro, non legati al ciclo. Al tatto il seno sembra essere "grumoso" ed alla spremitura fuoriesce un liquido simile a latte. Visitata dal mio medico di famiglia, vado a fare un'ecografia precauzionale (mia madre ha appena subito una mastectomia totale del seno destro per carcinoma a piccole cellule). Dall'eco appare tutto normale, ma mi viene consigliato di fare una mammografia e di programmare uno screening vista la familiarità. Il dolore continua ma le perdite sembrano fermarsi. Intanto smetto la pillola e metto la spirale.
A marzo forte dolore al capezzolo e perdite indotte bilaterali bianco-gialle. Il mio ginecologo mi prescrive gli esami per la prolattina e risultando questi normali, mi consiglia una mammografia tomografica. Allo screening il seno sinistro risulta normale, ma nel destro c'è una piccola macchia visibile con mammografia ma non con eco, quindi faccio risonanza magnetica con contrasto. I seni risultano senza problemi e mi viene, invece scoperta una polmonite atipica.
Faccio tutte le cure per la polmonite ed il seno sinistro sembra essere meno dolorante.
Intanto: 2 Rx ed una tc torace hr che rivelano bronchiolectasie e nulla più.
Da qualche giorno sento un certo dolore al capezzolo sinistro e lo vedo rosso, ma non gli do peso. Arrivano poi dolori al basso ventre e (anche se ho la spirale!) faccio un test di gravidanza ma è negativo... sarà il ciclo che deve arrivare, penso! Oggi di nuovo dolore al capezzolo! Sembra "sporco" e lo spremo.... esce pus o qualcosa di simile (giallo e non proprio liquido). Non ne è poco! Guardo l'altro ed uguale, ma in quantità molto ridotte!...
Vorrei chiamare il mio medico, il mio ginecologo o la mia senologa... ma inizio a sentirmi ridicola!
Un paio di mesi fa ho fatto tutti i controlli...non c'era nulla!
Ora non so se aspettare e vedere o se rivolgermi al medico.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non Le resta che rivolgersi al curante perche' nel suo caso da quanto descrive, piu' che gli esami strumentali, e' dirimente la visita per interpretare la sintomatologia, che di certo non presenta sospetti in senso oncologico.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 480XXX

Dottor Catania, la ringrazio per la risposta celere.
Mi domando se è possibile che la mastite dello scorso anno sia "responsabile" di questa situazione e ed in qualche modo questo fastidio ricorrente è queste perdite possano essere curate. Mi sento da mesi dire che non c'è nulla, ma il dolore lo sento ed in alcuni momenti è forte e non passa con i comuni analgesici!...è una situazione logorante!