Utente 498XXX
Salve,
Sono una Donna italiana, ma vivo da 5 anni in Irlanda. Nel corso di una visita di controllo per la presenza di un nodulo al seno sinistro da me palpabile , mi hanno diagnosticato un tumore b4-b5 microinvasive. Questo dopo aver svolto una mammografia e prelievi per biopsie in vari punti di entrambi I seni. Inoltre: la mammografia ha rilevato 2 aree di microcalcificazioni al seno destro per le quali sono stata sottoposta a prelievo per biopsia radioguidato (con mammografia). Ho fatto inoltre una risonanza magnetica con contrasto.Giovedi' prossimo avro' I risultati sia della biopsia radioguidata al seno destro, sia della Risonanza. Quindi , al momento , so solo che ho un b4-b5 microinvasive al seno sinistro che e' stato scoperto sotto al nodulo palpabile che io sentivo. Il nodulo sembra essere solo un fibroadenoma. (Circa 20 anni fa ho iniziato a fare controlli per noduli palpabili ad entrambi I seni: la prima Volta mi sottoposero ad agoaspirato da cui risulto' diagnosi di fibroadenoma. Poi solo controlli ecografici , anche quando il numero dei noduli aumentava).
Vorrei sapere: che speranze di guarigione ho? Cosa vuol dire "microinvasivo"?
Il chirurgo mi ha prospettato al momento un intervento chirurgico da eseguire il 2 luglio in day hospital probabilmente di tumorectomia rimuovendo 3 centimetri di tessuto attorno al tumore , valutando poi i linfonodi ascellari se non ci fosse bisogno di fare di piu', e 6 settimane di radioterapia.
Naturalmente anche loro attendono I risultati delle altre analisi.
La mia domanda riguarda l' oppurtunita' di capire che tipo di tumore ho, se sono necessari altri approfondimenti per rilevare eventuali metastasi. Mi spiego, l'equipe che mi segue sembra molto preparata ma I metodi di approccio al paziente e alle malattie sono radicalmente diversi rispetto all'italia. Non rilasciano NESSUNA documentazione con referti, diagnosi etc...per questo, penso, le mie informazioni possono risultare vaghe. Mi sto adoperando in questo senso, perche' I referti medici vanno richiesti alla segreteria dell' ospedale. Qualcosa viene spedito per conoscenza al Medico curante. Inoltre, vorrei seguire I protocolli italiani anche per ricerca di eventuali metastasi . Quali esami dovrei eseguire? Non mi hanno prospettato altro per il momento. Inoltre, per una eventuale ricostruzione della parte di mamnella asportata, mi hanno solo detto che il seno sinistro Sara" piu' piccolo. Ma si puo' ricostruire piu' o meno come era?
Scusate, e' molto difficile essere ammalati, e ancora di piu' fuori dal proprio stato.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
"Vorrei sapere: che speranze di guarigione ho? Cosa vuol dire "microinvasivo"?"

Ma vuole scherzare? Si chiede Lei sulle probabilita' di guarigione con un tumore microinvasivo ?

Stia assolutamente tranquilla sotto questo aspetto.
Sarebbe meglio appena avra' maggiori dettagli di non ripostare piu' qui ma , presentandosi con un nome (anche fasullo) sul mio blog Ragazze Fuori di seno (riscriva la storia aggiungendo le nuove informazioni)

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-1790.html

e la seguiremo in tutte le fasi dell'iter diagnostico e terapeutico solitamente vissute come prive di nesso tra di loro , motivo questo generatore di ansie specie se la comunicazione dei medici risulta carente.

L'aspettiamo !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Grazie della risposta Dr.Salvo.
Il tono del suo commento mi solleva molto. Oggi avro' gli altri risultati. Grazie per aver postato il link del suo blog, mi sara' sicuramente molto utile e di conforto.