Utente 487XXX
Gent. Dottori, lo scorso febbraio ho fatto due sedute di depilazione laser diodo alle ascelle. Contemporaneamente ho iniziato un corso di nuoto. Soffro di un principio di artrosi con dolori alle articolazioni di mani e piedi; ho patologie alla colonna, quali scoliosi, e discopatie. Ho 45 anni e da qualche anno ho un ciclo piuttosto irregolare. Entrambe le sedute di depilazione mi hanno causato dolore alle ascelle per 10 gg circa. Dopo altri 15 gg circa, quando il dolore alle ascelle sembrava scomparso, è comparso un dolore che partiva dall'ascella sinistra fino a metà braccio circa, nella parte interna. Il dolore si è allargato fino a coinvolgere la mammella, nella parte esterna e in quella superiore, ed è diventato acuto. Dopo qualche giorno si è presentato anche all'altra ascella, con fastidi tutto il giorno e dolori notturni, come se qualcuno prendesse e stringesse con la forza l’una o l’altra ascella. Nuotare in alcuni casi è stata un’impresa. La semplice postura delle braccia alla guida dell’auto mi provocava dolori, e anche la cucitura della manica corta, toccando il braccio, risultava insopportabile. Esternamente non avevo segni, né rossori, né gonfiori. Ho avuto cura di indossare un buon reggiseno, anche di notte, per alleviare il dolore del seno, e di evitare l’uso di deodoranti. Il medico di base mi ha prescritto un’ecografia a mammelle e ascelle, che si è rivelata negativa: nessun linfonodo era infiammato. Mi ha dato una terapia con Vagostabil, per alleviare l’ansia, e Fortilase, per ridurre l’infiammazione. Nei mesi a seguire il dolore si è molto attenuato, anche se mai scomparso. Visto il netto miglioramento della sintomatologia e la calura estiva ho ripreso a usare deodoranti. Da qualche giorno, concomitante il ciclo, ho di nuovo dolori importanti, anche se meno acuti di quelli di febbraio. Interessano le ascelle, dove ho qualche fitta, e soprattutto la parte superiore delle braccia. Sento spesso dolori serpentinei, che mi passano dalle ascelle ai gomiti nella parte interna del braccio, e un indolenzimento muscolare generale, anche nell’avambraccio destro, che mi limita molto nei movimenti. Non so più cosa pensare. I medici con cui ho parlato (di base, ecografista, dermatologo) non si sono sbilanciati in diagnosi. Solo la dermatologa ha sostenuto che la depilazione può aver prodotto un’infiammazione dei linfonodi, non visibile in ecografia, e mi ha prescritto Flogeril forte per un mese. La linfalgite, però, non produce gonfiore e arrossamenti, che non ho mai avuto? Potrebbe essere solo mastodinia, di cui però non ho mai sofferto? Oppure un’infiammazione muscolare, visti dolori alle braccia? Potrebbe essersi infiammato il muscolo grande pettorale (per i dolori che ho nella parte esterna della mammella) o il coracobrachiale (per i dolori che ho nella parte interna de braccio)? Cosa devo fare secondo voi? Aiutatemi, per favore, sono molto in ansia. Ho paura di non riuscire a sanare per tempo una situazione che rischia di cronicizzarsi.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#2] dopo  
Utente 487XXX

Gent.mo dott.Catania, la ringrazio molto per la risposta.
Lei quindi tende ad escludere che si tratti di esiti della depilazione laser?
A quale specialista devo rivolgermi per accertare la possibile diagnosi di mastalgia extra mammaria?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Anche con una visita senologica si puo' formulare una diagnosi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com