Utente 811XXX
Buongiorno, vorrei un parere sulla situazione di mio padre, che appare un poco controversa.
64 anni - psa 15
Ha già effettuato 2 biopsie: una l'anno scorso in cui c'erano "cellule altamente suggestive per adc ben differenziato",l'altra a giugno (una saturation biopsy) in cui non è risultata alcuna cellula neoplastica.
Il PSA nel giro di un anno e mezzo è oscillato da 8-12-14-15.
L'urologo che lo ha in cura è "attendista": gli ha riproposto un altro dosaggio del PSA fra 4 mesi e poi vedono se eventualmente fare una TURP...insomma, è tutto molto vago, nessuno si allarma, ma qualcuno ha scritto "cellule altamente suggestive per adenocarcinoma..." possibile che non abbia neanche proposto una tac addome o una scintigrafia ossea?
Mio padre fisicamente sta bene, in forma, pressione ok, cuore ok, nessun disturbo, e soprattutto rifiuta l'ennesima biopsia e non si preoccupa più di tanto. io sì però...

[#1]  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
La TC o la scintigrafia servono a ben poco , bisognerebbe confermare la diagnosi eseguendo, eventualmente, delle ulteriori biopsie di saturazione tra qualche mese. La resezione della prostata (TURP) potrebbe rendere più semplice la diagnosi ,ma,di contro, potrebbe rendere più difficile un eventuale intervento di prostatectomia radicale in presenza di una diagnosi di neoplasia .

Distinti saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi