Utente
Salve, sono C. un ragazzo di 28 anni che ha scoperto da 1 mese di esser affetto da Chlamydia T. e Ureaplasma U.
Ho cambiato partner da 2 mesi, e circa 3 settimane dopo, insospettito da boxer segnati, perdite biancastre, minzione fastidiosa, ho eseguito un tampone uretrale; il referto dice: Chlamydia T. POSITIVO; Ureaplasma U. (<10.000 UCC) e Candida albicans in modesta quantità.
Ora il medico curante mi ha prescritto per 6 giorni, Avalox 400mg. Già dal secondo giorno i sintomi erano spariti. Per precauzione sto assumendo per 3 giorni intervallati da 1 settimana di zitromax. Dopodichè eseguirò di nuovo un tampone e il medico mi ha consigliato anche una spermiocultura per esser certi di aver debellato le malattie.
La mia compagna ha eseguito anche lei il tampone però i risultati son stati diversi: Chlamydia T. NEGATIVO; Ureaplasma U. (<10.000 UCC) e nessun cenno alla candida albicans.

Ora le mie domande son le seguenti:
1) Chi ha contagiato chi? Nel senso che entrambi non avevamo sintomi prima del mio disagio (e lei tuttora non ne ha di visibili).
2) Come mai lei non ha contratto la Chlamydia? Oppure era lei una, come dire, portatrice sana?
3) E' possibile che abbia contratto queste 3 malattie in un sol "colpo"? Oppure ci poteva esser qualcosa di latente?
4) La cura prescritta dal medico curante è valida secondo voi?

Grazie in anticipo e complimenti per il servizio online che offrite!

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

le domande su come lei si possa essere infettato non hanno risposta
Si limiti a trattare l'infezione assieme alla sua donna, che mi sembra sia fatta in maniera adeguata
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org