Utente 169XXX
Gent.mi dottori,
ho 30 anni e da qualche anno soffro di ipertrofia. i problemi principali che sinceramente vanno a periodi, sono senso di pesantezza nella zona pubica, bisogno di urinare durante la notte( 1 volta),e qualche volta fastidio nello stare seduto a lungo. ora, avrei alcune domande:
-il psa è 0,80( si è alternato nell'ultimo anno e mezzo tra 0,70 e 1,00). considerata l'età e il problema è un buon valore?
-ho preso il Proposta per 4 mesi, con buoni risultati, ma ora che l'ho smesso vorrei prendere qualcosa di "naturale",tipo tisane, olii o cibi cosa mi consiegliereste a riguardo e come dieta?( eliminato completamente fritto, grassi, birra, insaccati, una volta la settimana un limoncello o amaro, un caffè al giorno, e bevo tra il litro e il litro e mezzo d'acqua, diluendone il consumo durante l'arco della giornata, mangio pane integrale e yogurt con fibre)
-a seguito di una uretrotomia ho notato che il pene in erezione penda verso sinistra, potrebbe essere stata l'operazione la causa?
-in media 2 rapporti la settimana e noto che la quantità di sperma non è sempre uguale. quest'ultima puo'dipendere da qualche causa specifica?
-per ultimo: esercizio fisico:quale?
Aspettando una vs risposta, ringrazio e saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Michelangelo Sorrentino

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

data la sua età propenderei più a pensare che soffra di episodi di prostatite che non di ipertrofia (anche se molti dei sintomi sono simili si differenziano perchè la prima è data dalla crescita -iperttrofia- delle ghiandole periuretrali della prostata, mentrela seconda è conseguenza di uno stato infiammatorio congestizio della ghiandola prostatica).
Il suo PSA è buono in relazione all'età.
Il proposta è un rimedio naturale a base di estratti di serenoa repens, non esistono diete o tisane che facciano bene alla prostata, e la sua alimentazione mi sembra già corretta per non infastidire la prostata.
La deviazione del pene può essere congenita oppure acquisita per una fibrosi delle tuniche dei corpi cavernosi e una uretrotomia potrebbe esserne la causa.
La regolarità dell'attività sessuale è una buona pratica per il benessere della prostata; mentre il volume dell'eiaculato dipende tra l'altro dalla astinenza e dal grado di eccitazione che si raggiunge durante il rapporto.
Esercizio fisico? basta camminare!

Cordialmente


Michelangelo Sorrentino

[#2] dopo  
Utente 169XXX

Grazie Dottore per il consulto; per la curvatura del pene, ci sono rimedi o può dare problemi di sorta? ricordo che il dolore/bruciore era soprattutto nella parte bassa del pene...in pratica, meccanicamente, quale può essere stata causa di questo bruciore che è rimasto per diversi mesi...grazie