Utente 494XXX
Buongiorno.

Ho 30 anni e vorrei se possibile porvi i seguenti quesiti che mi preoccupano notevolmente.

Ho superato con successo da due settimane una cura antibiotica per una prostatite che si manifestava con dolore al momento della ejeculazione e difficolta' a completarla (nessun problema al momento della minzione).

Sembrava che avessi recuperato tutta la sensibilita' alle parti interessate, piu' nessun dolore al momento fatidico e passati i dolori all'addome. Ora pero' ho appena avuto un episodio di impotenza(no ejeculazione) e ritorno di una strana compressione all'addome.

Precedentemente mi e' stato consigliato di astenermi da attivita' sessuali o comunque di ridurle il piu' possibile per permettere alla prostata di guarire rapidamente.

Ora la mie domande sono:
Ho ancora la prostatite oppure ce l'ho ma sta migliorando?
Rischio di rimanere impotente od e' una cosa passeggera e poi ritorna tutto normale?
Devo ancora astenermi da attivita' sessuali?
Posso aspettare fino a Gennaio prima di una visita specialistica con un andrologo (al momento sono all'estero)?

Grazie (come sempre).

Cordialmente,
M

[#1]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Intanto sucramente si tratta di un episodio di impotenza psicogena.
Può aspettare al rientro eventualemnte assuma degli antiflogistici.
La cura e la guarigione della prosttite è lunga ma è importante la continuità di cure.
Riguardo alla domanda poi sui rapporti, al di là del fatto del fatto che la prostata lavora solo con "una buona libido" è evidente che ,considerato l'apisodio di non potenza, c'è bisogno di un riposo
onde evitare di fare l'amore per vedere se funziona ( e inevitabileente non funziona poi) in attesa che aumenti l'autostima:ciò avverrà a prostatite "sotto controllo".
Cordiali saluti
Dott.Roberto Mallus

[#2]  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore
Le consiglio di affrontare il problema in modo più sereno ed in risposta alle sue domande le dico che non rimarrà impotente a vita,se non ha più alcun disturbo quando eiacula significa che la fase acuta è passata,i rapporti sessuali non protetti sono la causa delle malattie sessualmente trasmesse.
Cordiali saluti

Dott.Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma