Utente 276XXX
Salve

Sono un ragazzo di 34 anni , premetto che quando si tratta di salute sono molto ansioso , non faccio molto sport per un grave infortunio al ginocchio non operato , fumo e non sono quel che si dice un Regolare. Ma fino ad oggi non ho mai avuto particolari sofferenze mediche.

Vengo al punto , circa 20 gg fa ho avvertito come un dolore all'asta del pene parte DX , niente di preoccupante o gravissimo ma molto fastidioso. Incurante ( visto che a volte in passato mi è venuto ed è andato via ) ho continuato regolarmente le mie attività sessuali. Se non fosse che 20 gg fa dopo un rapporto sessuale il pene mi faceva male , e al completamento del rapporto ho avvistato lievissime tracce di sangue nello sperma ( ma veramente poco) . Preoccupato mi sono rivolto al medico di base che sospettando una prostatite o cose simili in un primo momento mi ha prescritto un antibiotico ( levaxocina o qualcosa di simile x 10 gg ) 5 pillole a pacco 1 a giorno. Fatta la cura il dolore all'asta è come calmato ma ancora persiste. Mi son dunque reso conto toccando la parte che mi causa dolore ( il dolore ce l'ho solo in erezione o se tocco la parte con forza ) che in quella specifica parte del pene ci sono come due minuscole palline o cmq rilievi che nella parte sinistra non ci sono. Preoccupato sono tornato a rivolgermi al medico che mi ha detto di non temere che potrebbe trattarsi fondamentalmente di un trauma al pene dovuto a rapporto troppo intenso.

In realtà un po mi preoccupa la cosa perché anche se saltuariamente avverto anche lievissimi fastidi al testicolo DX , stesso lato del dolore all'asta e dei rilievi sull'asta.

Mi son rivolto ad un altro medico che mi ha chiesto se avessi notato gonfiature , cambio di colore dello sperma , difficolta ad urinare o bruciori mentre urino : Domande a cui rispondo con No. Nessun particolare problema nessun rilevante cambiamento ne sul pene ne durante le urine.
Nessun'altra traccia di sangue dopo quell'unica volta.

Ora ho fissato una visita andrologica in ospedale che mi han dato tra un mese... e sono anche fortunato visto i tempi della sanità italiana.

Vi chiedo intanto nell'attesa cosa potrebbe essere ? Come devo comportarmi ? c'è da temere qualche particolare patologia?!

Ps. Il medico di base mi ha prescritto le analisi di routine comprensivo di analisi alle urine e vie urinarie ( credo ) cmq dalle analisi non si è riscontrato nulla di rilevante se non un po di Colesterolo in più 236 , e un po di livelli alti nel fegato circa 70 su 40 , per i quali mi han dato cura a parte e detto che non dovrebbero legarsi al problema al pene.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
in genere da come descritto non dovrebbe essere nulla di preoccupante e facilmente risolvibile con ad esempio alcune creme ad uso topico. Comunque attenda con tranquillità la visita andrologica e si astenga nel frattempo da qualsiasi forma di attività sessuale.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#2] dopo  
Utente 276XXX

Salve

La ringrazio per la cortese risposta.


Il dolore purtroppo c'è ancora anche se a riposo non avverto alcun problema.

Intanto mi son fissato un ecografia al pene per il 29 , in attesa della visita in ospedale.

Vi aggiorno dopo l'ecografia con l'esito descritto.

Grazie per la gentilezza .

[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Ok!
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#4] dopo  
Utente 276XXX

Salve

C'è un aggiornamento , magari non è legato , ma in attesa della visita voglio chiederlo comunque

ho appena scoperto ( grazie ad una visita fatta fare alla mia ragazza ) che lei soffre di " Vaginite " da diversi anni .

Siamo stati insieme per un anno , abbiamo avuto frequenti rapporti tutti senza preservativo

è possibile che in qualche modo il mio problema possa legarsi alla trasmissione di quest'infezione?!

Scusate è solo per sapere?!

ritenete sia il caso di avvisare l'andrologo durante la visita oppure non è legata in alcun modo questa cosa con i miei problemi?!

Intanto continuo ( anche non avendo dolori a riposo ) ad avvertire le piccole palline sulla base del pene sottopelle lato Dx , non riesco proprio a capacitarmi e sono davvero in ansia per quello che possa essere , non nascondo che leggendo ciò che si trova in rete temo anche patologie serie.... )

Grazie ancora x i vostri consigli.

[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Se si contraggono infezioni genitali sono molto evidenti con comparsa di chiazze di vario colore, prurito, secrezioni ecc cose che lei non ha riferito, quindi credo che il suo problema non sia correlabile alle vaginiti della sua partner. Comunque è sempre bene avvisare il medico di tali episodi. Per quel che riguarda le sue preoccupazione in quella sede alla sua età non può essere nulla di grave ed irrimediabile.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#6] dopo  
Utente 276XXX

La ringraZio per le sue risposte e rassicurazioni !

Le dirò l'esito del controllo .

GraZie ancora

[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prego!
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#8] dopo  
Utente 276XXX

Salve dottori

Allora vi aggiorno sull'esito del controllo , ho effettuato l'ecografia come previsto in un centro specialistico.

Il tutto ha dato esito negativo , oltre un po di liquido ( che è stato definito perfettamente normale dal medico ) non ha riscontrato nulla di particolare dall'ecografia e non mi ha indicato nessuna terapia da sostenere .

Forse una lieve IPP , ma non a livelli eccessivi e nient'altro.

Intanto sono passate diverse settimane effettivamente il dolore diminuisce quasi a scomparire e sembra essersi normalizzata la situazione quindi volevo ringraziarvi per le vostre risposte.

credo possa dirsi un caso rientrato ( al momento )

Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Perfetto! Meglio così.
Cordiali saluti
Gino Scalese

[#10] dopo  
Utente 276XXX

Salve dottor Scalese

Volevo chiedere nuovamente il suo parere sul problema di cui sopra.

Il dolore effettivamente in questi mesi sembra esser diminuito , io ho cmq fatto una visita ( la prima ) urologica con ecografia al pene e visita della prostata ( rettale )

Il medico all'esame rettale non ha riscontrato nulla di che ma mi ha comunque consigliato di fare le analisi per il Psa e la spermiocoltura

Io ho fatto la Psa ( non la spermio coltura )

il valore della Psa risulta assolutamente nella norma.

Il dolore tutta via anche se in forma molto lieve è ancora presente.

Possiamo ritenere si tratti in definitiva di Ipp o trauma?

Ritiene che io debba fare ulteriori controlli o convivere con questo dolore senza preoccuparmi oltre?

Grazie.

[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Se alla visita urologica ed alla ecografia non è emerso nulla di rilevante allora va tutto bene.
Cordiali saluti
Gino Scalese