Utente 390XXX
Salve, innanzitutto ringrazio anticipatamente chi mi darà una risposta. Ho 23 anni, ho ritirato oggi le analisi e l'esame delle urine non mi convince affatto:
Colore: giallo oro
Aspetto: opalescente
Ph: 5 5.5-7.5
Densità: 1022 100-1021
Albumina- Glucosio- Emoglobina- Esterasi leucocitaria- Bilirubina- Urobilinogeno- Chetacidi 0
Nitriti: presenti
Emazie: 3 0-10
Leucociti: 24 0-20
Cellule epiteliali: 52 0-20
Flora microbica: 29948 0-500 negativo
500-800 rara
> 800 positivo
NOTE: rari filamenti di muco

Il mio medico è in ferie, ed io di mia spontanea volontà domani vorrei effettuare un'urinocultura..che dite faccio bene o è inutile? Devo spaventarmi o fare altri tipi di esami? tra le analisi effettuate ho fatto l'emocromo completo ed è perfetto, gli unici valori sballati sono questi sopra elencati. GRAZIE MILLE a chi risponderà, cordialmente Francesca

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Vi può essere in atto una blanda cistite, anche se lei non avverte sintomi. Approfittando di questo, è corretto prendersi il tempo di eseguire una urocoltura prima di prendere antibiotici a caso. Beva comunque molta acqua.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Grazie anzitutto per la sua rapida risposta. Oggi stesso ho eseguito l'esame di urinocultura con abg,ed attendo la risposta. Ma è possibile una cistite anche senza alcun sintomo? Secondo lei inoltre,un drenante tipo diuerbe o cranberry per urinare di più,potrrbbe esser d'aiuto in attesa deidel risultAti? Grazie mille ancora, Francesca

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Può accadere in manifestazioni molto blande. Ma proprio in questi casi la semplice elevata introduzione di liquidi(due litri e più al giorno) può essere sufficiente, senza ricorrere a cure particolari e tantomeno antibiotici.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 390XXX

BUONA SERA. ho avuto oggi i risultati dell'urinocultura, enon ci capisco nulla.coli Credo di capire che ci sia un infezione del tipo cistite.
Materiale: urina
Isolati: 1 Escherichia coli

MICROSCOPICO ( VET. URINA ) :ATTENZIONE IL CITOBATTERIOLOGICO DEPONE PER SCARSA PRESENZA DI LEUCOCITI, POSSIBILE CONTAMINAZIONE VERIFICARE VOSTRE PROCEDURE DI PRELIEVO. RARI LEUCOCITI (<5 P.C.V.). ABBONDANTE FLORA BATTERICA

CONTA MICROBICA URINA: ATTENZIONE IL CITOBATTERIOLOGICO DEPONE PER SCARSA PRESENZA DI LEUCOCITI, POSSIBILE CONTAMINAZIONE VERIFICARE VOSTRE PROCEDURE DI PRELIEVO. CARICA BATTERICA 15.000.000 CFU/ml.

Che vuol dire tutto ciò? Mi devo preoccupare con la dicitura "possibile contaminazione"? Attendo con ansia un suo gentile riscontro. Francesca

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ci complimentiamo per il non comune rigore del laboratorio cui si è affidata. E' assolutamente vero che quando si riscontra nelle urine una elevata presenza di batteri, ma non si riscontrano cellule infiammatorie (leucociti) si ha quasi la certezza che i batteri siano arrivati nell'urina dopo la loro emissione e quindi la abbiano "contaminata". Questo nella femmina è relativamente comune ed accade poiché la pelle dell'area genitale è normalmente abitata da colonie batteriche perlopiù innocue. In questi casi ovviamente, la terapia antibioica sarebbe fuori luogo, talora addirittura controproducente. In questi casi si consiglia in genere di aumentare unicamente l'introduzione di liquidi e ripetere l'esame dopo alcune settimane, facendo molta attenzione alle modalità di raccolta sterile del campione (es. urinare direttamente nel barattolo previa accurata igiene dei genitali).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing