Utente 304XXX
Buongiorno. Da una ecografia all'addome completo effettuata cinque giorni fa risulta:
- Reni in sede per forma volume ecostruttura;
- VESCICA DISTESA A PARETI REGOLARI CON PICCOLA IMMAGINE IPERECOGENA FISSA ADESA ALLA PARETE SUL PROFILO POSTERIORE LATERALE SX ESTENDENTESI PER 9mm. Regolari esiti di prostatectomia.
Sono reduce da prostatectomia radicale eseguita nel maggio 2012 con laporoscopia robot assistita; all'esame istologico la stadiazione era PT2c, Nx, M0, R0, Gleason 3+4 score 7.
Il PSA da un esame effettuato 15 giorni fa risulta 0,05. Dal 2012 semestralmente i valori sono oscillati sempre da 0,02 a 0,05.
Da un ESAME CITOLOGICO delle urine eseguito nel NOVEMBRE 2016 risulta la diagnosi: presenza di cellule transizionali con caratteri regressivi, talora aggregate. Sullo sfondo rari leucociti. Negativa la ricerca di cellule neoplastiche.
Il Medico curante mi dice di stare tranquillo e mi ha prescritto una visita urologica che tramite CUP è stata programmata per il mese di gennaio 2018.
Ho 65 anni anni, peso 79 Kg, sono alto 174 cm, pratico ciclismo quasi agonistico, fumo tre sigarette al giorno, assumo circa due sildenafil 50 mg alla settimana, bevo un quarto di vino ai pasti, non bevo superalcolici e seguo una dieta sana quasi vegetariana.
Non avverto nessun sintomo, urino regolarmente, bevo due litri di acqua al giorno, mai visto sangue nelle urine.
Esami urine completo e sangue completo risultano regolari.
Chiedo un Vostro cortese parere e se necessario debba cercare di anticipare la visita urologica.
Grazie.
-

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
A 5 anni di distanza dall'intervento, immaginiamo che lei sia già stato sottoposto ad altre ecografie di controllo e che questa sia la prima volta in cui compaia codesta irregolarità. Il suo aspetto "compatto" (iperecogeno) ci porta in prima battuta a sospettare una calcificazione, quindi nulla che abbia a che fare con gli aspetti oncologici. Potrebbe dunque trattarsi di un piccolo calcolo oppure di una calcificazione adesa a qualcosa di inerente l'intervento (un punto non riassorbito, una clips metallica). Anche se non ravvediamo un reale pericolo, ci pare che la data proposta per la visita sia troppo in là, quindi sarebbe opportuno anticipare. Lo specialista deciderà.se,e,come continuare il percorso diagnostico (eventuale endoscopia).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 304XXX

Buongiorno Dottore Paolo Piana.
Ho ritirato il referto dell'esame istologico delle urine e dice: Notizie cliniche: microematuria, proteinuria (presenti da anni per la verità).
Diagnosi Istolgica: rarissimi aggregati papillari di cellule transizionali con arisocariosi, di sospetta natura neoplastica. Si consigliano approfondimenti.
Tumore alla vescica?
Giorno 21/9 farò la cistoscopia flessibile senza anestesia.

Il PSA resta 0,05.

Cordiali saluti ed infiniti ringraziamenti.

[#3] dopo  
Utente 304XXX

Buongiorno Dottore.
Riscrivo il post precedente sperando in un suo riscontro.
Dopo l'ECO addome ove risultava:
- Reni in sede per forma volume ecostruttura;
- VESCICA DISTESA A PARETI REGOLARI CON PICCOLA IMMAGINE IPERECOGENA FISSA ADESA ALLA PARETE SUL PROFILO POSTERIORE LATERALE SX ESTENDENTESI PER 9mm.
Ho ritirato il referto dell'ESAME CITOLOGICO su 3 campioni di urine e dice:
Notizie cliniche: microematuria, proteinuria (presenti da anni per la verità).
Diagnosi Istolgica: rarissimi aggregati papillari di cellule transizionali con arisocariosi, di sospetta natura neoplastica. Si consigliano approfondimenti.
Devo ritenere che trattasi al 100% di Tumore alla vescica?
Giorno 21/9 farò la cistoscopia flessibile senza anestesia.
Il PSA resta 0,05.
Cordiali saluti ed infiniti ringraziamenti.

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
.Aattendiamo dunque l'esito dell'indagine endoscopica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 304XXX

Buonasera dottore.
Ieri 21/9/2017 mi hanno sottoposto a cistoscopia senza anestesia e sul referto hanno scritto:
UCS flex - introduzione dello strumento sotto il controllo della vista. Uretra anteriore regolare. Uretra posteriore regolare. Uretra prostratica regolare in esiti di pregressa prostatectomia radicale. Osti ureterali normotopici e normoconformati. Mucosa vescicale regolare. Non si repertano lesioni aggettanti nel lume vescicale o aree sopsette. In uscita si confermano esiti regolari di prostatectomia.
Mi ha detto che per quanto riguarda la vescica tutto va bene; mi resta però qualche preoccupazione per quanto scritto sul referto dell'Esame citologico delle urine su tre campioni
( Diagnosi Istolgica: rarissimi aggregati papillari di cellule transizionali con arisocariosi, di sospetta natura neoplastica).
Che devo fare?

Grazie.

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'esame citologico non è quasi mai sufficiente ad esprimere un giudizio, per questo motivo in caso di positività è necessario ricorrere ad altri accertamenti. La negatività della cistoscooia è molto confortante. La possibilità che queste cellule provengano da una ipotetica lesione al di sopra della vescica è molto remota.Immaginiamo che i nostri Colleghi che la stanno seguendo la avvieranno ad un programma di controlli successivi, che grosso modo può coincidere con quelli per il tumore prostatico operato.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 304XXX

Grazie tanto.
La sua risposta è molto precisa e mi tranquillizza molto.
Dati i 5 anni trascorsi dalla prostatectomia e dato il valore del PSA, 0,05, è terminato il full up, lunedì andrò dal mio medico per mostrargli il referto della cistoscopia e per l'eventuale seguito degli accertamenti e la terrò informato.

[#8] dopo  
Utente 304XXX

Buongiorno Dottore. Faccio seguito ai precedenti consulti richiesti per via di un precedente esame citologico delle urine che evidenziava 'sospette cellule neoplasitche'.
Un recente esame citologico delle urine, che il mio urologo lo vedrà gg 31 pv, mi sembra confortante perché per il 1°, 2° e 3° campione c'è scritto:
MATERIALE AMORFO INGLOBANTE ALCUNI POLIMORFONUCLEATI E ISOLATI ELEMENTI EPITELIALI CON ALTERAZIONI DI TIPO REGRESSIVO, ESENTE DA ATIPIE. NON SI EVIDENZIANO CELLULE NEOPLASTICHE.
Sulla Risonanza Magnetica dell'addome (fatta in luogo della TAC perchè sono allergico al liquido di contrasto iodato) c'è scritto: ALCUNI PICCOLI LINFONODI DELLA RADICE DEL MESENTERE. IN ESITO PROSTATECTOMIA RADICALE NON SI RILEVANO MASSE IN AMBITO PELVICO.
VESCICA E PARETI REGOLARI, CON MODICO ISPESSIMENTO A LIVELLO DEL PAVIMENTO, POSTERIORMENTE.
DIVERTICOLOSI DEL SIGMA.
NON ADENOMEGALIE NE' LIQUIDO LIBERO.

La mia domanda è:
Posso stare tranquillo rispetto al primo esame citologico delle urine con il quale diagnosticavano sospetti di cellule neoplastiche?
Sarebbe opportuna una URO-TAC che per via della mia allergia dovrebbe essere preceduta da preparazione con deltacortene?
Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Diremmo che per adesso sia sufficiente così.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing