Utente 461XXX
Buonasera distinti dottori , vorrei chiedere un vostro parere per quanto riguarda una problematica che mi sta tormentando da un anno oramai . Da diverso tempo sto soffrendo di minzione frequente , ma le quantità di urina sono piuttosto moderate . Ora , da circa 2 giorni mi è comparso un fastidio a livello renale e la quantità di urina emessa è piuttosto diminuita . (Tuttavia non ci sono cambiamenti nella consistenza di quest'ultima , color giallo paglierino e odore non eccessivo) . Io e il mio medico curante abbiamo seguito diverse ipotesi (con conseguenti esami)
- infezione alle urine : esame negativo , tutto nella norma ;
- prostatite : e. negativo ;
- prostata ingrossata : negativo , ad esame col dito , radiografia ed ecografia risulta tutti nella norma , altrettanto per quanto riguarda la vescica (anche essa regolare)
Allora mi è venuto da pensare ad un problema renale (c'è familiarità con tali problemi , mia nonna fa la dialisi da 20 anni) ,
Tuttavia ad agosto ho avuto modo di fare due esami del sangue risultanti perfetti nei valori , come già detto l'esame delle urine è nella norma e dall'ecografia addominale i reni sono risultati perfetti . Inoltre non soffro di edema a gambe , braccia e viso .
Quindi io sinceramente non so più che strada intraprendere , chiedo il vostro disperato aiuto . In base ai risultati che vi ho esposto posso dimenticarmi di una insufficienza renale ? Il dubbio su questa ultima possibilità mi fa paura , anche perché mia nonna mi ha spiegato che tra la sintomatologia rientra la pelle secca , che possiedo con varie eruzioni cutanee che si seccano subito (tuttavia di questa problematica ne soffro da più di 11 anni , partita dopo un eritema solare) .
Non so se tale informazione può risultare utile , ma sto soffrendo di ansia patologica in seguito ad un recentissimo evento traumatico ed ipocondria .
Vi ringrazio infinitamente qualora vorrete ascoltare le mie lagne .

[#1]  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
16% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buonasera di primo acchito direi di effettuare una uroflussometria; ciò per scongiurare una patologia congenita dell'uretra che potrebbe essere responsabile dei fastidi che la affliggono. Nel caso i valori di flusso non fossero soddisfacenti dovrà, di concerto con il suo urologo, procedere con qualche indagine radiografica per valutare l'effettiva morfologia del condotto uretrale e procedere, se necessario, alla dovuta terapia.. Cordialità ed auguri di pronta risoluzione del problema
Dr. giuseppe dovinola

[#2] dopo  
Utente 461XXX

La ringrazio per la risposta esaustiva . Mi darò da fare quanto prima . Mi perdoni se le ripongo la domanda , ma l'ipocondria mi gioca brutti scherzi . Posso quindi togliermi una eventuale insufficienza renale dalla testa ?
Se il problema dovesse risultare dall'uretra come da lei suggerito si può risolvere la questione in maniera farmacologica o chirurgica ?
La ringrazio per la disponibilità

[#3]  
Dr. Giuseppe Dovinola

24% attività
16% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Salve ma perché parla di insufficienza renale? Al momento non mi pare ci siano elementi per ipotizzare una problematica del genere.
Se ci dovessero essere patologie all'uretra dovrà valutare uno specialista di sua fiducia quale terapia, generalmente risolutiva, intraprendere. Molto dipende dalla diagnosi!
Dr. giuseppe dovinola

[#4] dopo  
Utente 461XXX

In effetti sì , ammetto di essere stato estremamente precipitoso con l'autodiagnosi . Purtroppo come molti ipocondriaci sono stato vittima delle informazioni pescate a caso da Internet , in maniera molto ingenua . Vabbè , lezione imparata . Una visita specialistica è gia stata prenotata , vediamo un popo' come va.
La ringrazio ulteriormente per la ddisponibilità .