Utente 347XXX
Buonasera Gentissilimi Dottori, sono un uomo di 43 anni.
Vi espongo la mia situazione, circa 6 anni mi sono accorto di piccole perdite di urina dopo la minzione, a volte maleodoranti.
Dopo visita con urologo ho effettuato ecografia alla vescica e urinocoltura, tutto nella norma.
L'urologo ha pensato ad un problema di eccesso di pelle che ricopre l'asta del pene in particolare sopra il glande, ipotizzando un ristagno di urine. Devo ammettere che questo problema si accentua se mangio in modo scorretto e "sgarro" spesso.
A distanza di anni, la situazione non è cambiata con periodi di remissione alternati a periodi di "ricadute".
A tal proposito ho fatto dei controlli, in seguito ad episodio di frequente necessità di urinare nell'arco di una giornata. Quindi di nuovo eco alla vescica e prostata, urinocoltura e dosaggio del PSA.
Questi i risultati.
Vescica iperdistesa, senza alterazioni della parete o del contenuto.
Lieve aumento Delle dimensioni della prostata (mm 48x34) che mostra iniziale prominenza del terzo lobo.
Psa 0.82 su 4.
Urinocoltura negativa.
L'ecografista ha chiesto se soffro di diabete ma dalle analisi è sempre tutto ok.
Ha parlato di intolleranze a qualche alimento, in effetti sono intollerante al pepe, curry, ecc.
Mangio parecchi dolci, diciamo dopo i pasti quasi sempre un dolcetto.
La mo dottoressa di famiglia ha detto di aggiungere una spermiocoltura per verificare una eventuale prostatite.
Le mie domande sono: le dimensioni della prostata sono accettabili? O devo preoccuparmi? visto che ho letto che l'organo dopo i 30/40 anni può iniziare ad ingrandirsi.
Queste piccole perdite possono associarsi a prostatite?
Gradirei una Vostra opinione, grazie per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci scrive potrebbe essere collegato ad un iniziale aumento del volume della sua prostata.

Bene seguire l'indicazione comunque del suo medico di famiglia e fare la valutazione colturale indicatale e poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/383-prostata-aumenta-volume-ipertrofia-prostatica-benigna.html

https://www.medicitalia.it/salute/prostata.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Grazie per la risposta Dottore, siccome purtroppo in me la componente ansiosa è molto rilevante, pensa che sia una situazione preoccupante? Mi scuso, cerco solo di capire. Essendo nella norma i valori del PSA e l'urinocoltura, le chiedo se le dimensioni della prostata sono anormali per la mia età e cosa si fa in questi casi, a prescindere dalla spermiocoltura. Inoltre assumo da 3 anni e mezzo sporanox a cicli di 4 mesi e 2 di sospensione per un'aspergillosi broncopolmonare allergica. Può influire su questa problematica? Ho letto che gli antifungini sono tossici per lo sperma. Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo gli "antifungini" possono essere tossici per lo sperma ma non aumentano il volume della prostata.

Poi, come spesso ripeto da questo sito, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 347XXX

Per quanto riguarda l'attività sessuale per fortuna non ci sono problemi.
Per l'alimentazione in effetti la cioccolata è un mio debole, come anche tutti i dolci.
Caffè, tè ed alcol praticamente niente. Succhi di frutta e bibite gassate a volte ne ho abusato.
In effetti bevo pochino, ai pasti principalmente. Tipo un paio di bicchieri per pasto, magari un bicchiere di succo di frutta durante la giornata.
Stitichezza solo in rari casi, mangio spesso verdure, cereali, legumi ecc. Attività fisica, a parte quella sessuale al momento non ne faccio purtroppo.
E nemmeno fumo visto che sono affetto da patologie respiratorie sin dalla nascita praticamente.
Mio cugino ha 37 anni e soffre di prostatite da 5. Mio nonno sempre problemi alla prostata dopo i 60 e da un anno un tumore alla prostata, che vista l'età 86 anni, praticamente è stato solo bloccato l'avanzare.
Sono principalmente preoccupato perché non vorrei fosse qualcosa di serio.
Grazie ancora per la disponibilità e per i consigli dottore.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, ora comunque risenta in diretta sempre il suo urologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 347XXX

Buongiorno Dottore, ho eseguito la spermiocoltura.
"Gli esami microscopico e colturale, hanno evidenziato una crescita abbondante di flora micetica da candida albicans".la dottoressa del laboratorio ed il mio medico di famiglia hanno consigliato di continuare con lo sporanox.
psa normale, vescica sembra normale, nell'urinocoltura c'è presenza di E.coli inferiore a 1000 unità. Che altro devo fare?

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Seguire sempre le indicazioni del suo medico di famiglia ed eventualmente anche sentire o risentire in diretta il suo urologo o andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com