Utente 469XXX
Gentile dottore da circa 8 anni presento uno strano problema di ristagno di urina, quando finisco di urinare mi rimane nel corpo un modesto residuo di urina che ristagna nella vescica dopo la normale minzione
Per poter fare uscire questo residuo di urina devo effettuare un rilassamento spontaneo della prostata ma non sono sicuro che si tratti di essa comunque rilasso un incognito organo facente parte dell' apparato urinario che contraggo spontaneamente più volte per fare uscire l' urina residua che esce cosi a singhiozzo cioè in più tempi variabili a seconda delle volte da 3 a 10 e solo a quel punto ho la sensazione di avere svuotato completamente la vescica.
Senza questa procedura di rilassamento spontaneo rimane nel corpo a fine minzione un residuo seppur modesto di urina, a volte di più altre di meno e se non mi libero del residuo avverto la sensazione di avere ancora una leggera voglia di urinare, comunque per fare uscire l' urina rimanente non devo mai sforzarmi ma solo rilassare l' organo interessato che come già dicevo non so quale sia anche se penso si tratti della prostata
Ho notato anche che toccando con un dito la cavità anale questo stimola immediatamente l' uscita dell' intero residuo post minzionale cosi ho ipotizzato che si tratti della prostata
Inoltre spesso il getto di urina si arresta improvvisamente e non gradualmente e a volte mi viene voglia di urinare
quando ho la vescica quasi vuota urinando cosi dei micro quantitativi di urina in più tempi
di notte non mi alzo mai per urinare
Ho fatto una uro flussimetria che ha dato ottimi risultati in termini di pressione 37/486 morf regolare con residuo vescicale scarso
inoltre all' esame della prostata manuale la prostata risultava nella norma
attendo pareri e ringrazio

[#1] dopo  
Con questi esami è molto probabile un problema ansioso. In attesa di conferma o smentita da parte di collega urini seduto.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 469XXX

grazie per la risposta effettivamente anche il medico che mi ha fatto l' uroflussimetria mi disse la stessa cosa, quindi secondo lei una prostatite sarebbe da escludersi?
ed è possibile avere una prostatite se la prostata è di dimensioni normali?