Utente 486XXX
Salve , sono un ragazzo di 34 anni , circa 3 mesi fa a seguito di uno sforzo importante ho avvertito un fastidio all'inguine e testicolo sx, dopo 2gg il fastidio è diventato dolore persistente. Il mio medico di famiglia mi ha fatto fare una ecografia testicolare dalla quale è risultato infiammazione dell' epididimo. L'ufologo che mi ha fatto l'eco mi ha semplicemente prescritto un prostamol al giorno per 3mesi. A distanza di tempo non ho notato alcun miglioramento, torno dal medico e mi prescrive ciprofloxacina 250 due al dì per 10gg.Ho quasi terminato la cura e le cose sembrano andare un po' meglio. Ora la cosa che mi preoccupa è il colore della pelle del pene e del pene stesso che a volte diventano molto scuri accompagnati da un fastidio tra pene e scroto per poi tornare di colore normale dopo poco tempo. Cosa potrebbe essere? È segno di infiammazione? Mi consigliate di associare qualcosa all'antibiotico che sto prendendo?Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
<<<L'ufologo che mi ha fatto l'eco ... >>>
E' vero, a volte nl nostro lavoro incontriamo anche degli extraterrestri!

A parte gli scherzi, le modalità di insorgenza sono piuttosto dubbie per un'origine infettiva di questa irritazione dell'epididimo, comunque è molto diffusa la prescrizione di un antibiotico. Se ne sta traendo vantaggio, tanto meglio. In genere si associa anche un anti-infiammatorio, che spesso porta poi alla risoluzione definitiva. Non daremmo invece molto peso a quanto ci riferisce, che non ha alcun ragionevole collegamento con il resto della situazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 486XXX

La ringrazio dottore, quindi lei dice di non far peso al cambiamento di colore del pene.Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
<<<L'ufologo che mi ha fatto l'eco ... >>>
E' vero, a volte nl nostro lavoro incontriamo anche degli extraterrestri!

A parte gli scherzi, le modalità di insorgenza sono piuttosto dubbie per un'origine infettiva di questa irritazione dell'epididimo, comunque è molto diffusa la prescrizione di un antibiotico. Se ne sta traendo vantaggio, tanto meglio. In genere si associa anche un anti-infiammatorio, che spesso porta poi alla risoluzione definitiva. Non daremmo invece molto peso a quanto ci riferisce, che non ha alcun ragionevole collegamento con il resto della situazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing