Utente 432XXX
Buongiorno

Oggi riapro il post in quanto il mio problema non è stato risolto....
Avevo già chiesto un consulto l'8/11 ma non posso aggiornare il post perché passato troppo tempo.
Arrivando quasi velocemente al dunque di questo periodo Vi dico la situazione:
Verso metà mese ottobre 2017 faccio visita specialistica e con un eco viene riscontrato un infiammazione all'epididimo dx
Faccio spermiocult con esito negativo e mi fa prendere levoxingram e medrol, dopo 15 gg del periodo di assunzione dei
medicinali non riscontro progressi anzi accuso un aumento del dolore con pulsazioni continue.
Riprenoto e dopo qualche giorno mi rifà l'eco e vede che l'infiammazione era migliorata e se il dolore continuava di prendere
un altro antibiotico.
Non contento dei risultati prenoto un altra visita con un altro specialista, dopo visita vede infiammazione all'epididimo e varicocele
di secondo grado, mi assegna spermiocult spermiogram
urinocult ed esce fuori staphilococcus, altra prenotazione e mi assegna avalox, dopo il periodo di assunzione medicinale
nessun progresso ma dolore zona sacrale dopo fine rapporto. Altra prenotazione e mi dice di fare altre spermiogram spermiocult
con risultati negativi e mi fa prendere deprox e topster.
Dal mese di marzo ad aprile tutto bene anche col dolore al testicolo ma a metà aprile si ripresenta dolore sacrale dopo fine rapporto
Con forte nausea e anche dopo essere andato di corpo senza nausea. Richiamo il dottore e mi dice di riprendere deprox e topster
in attesa di un altra visita. Appena possibile mi fa l'eco alla vescica/prostata e vede tutto regolare con svuotamento completo
vescica e mi dice di prendere a vita deprox e topster se mi fanno stare bene e di rifare tutti gli esami con esito negativo su tutto....
Qualche consiglio?
Adesso il dolore lo sento anche sul sinistro ma più pesantezza e sul destro ho dolore se tocco la parte di sopra del testicolo e nella parte posteriore è presente un puntino più pronunciato rispetto al sinistro e il dottore ha detto che è l'infiammazione a fare questo...
Spero di trovare una fine con i Vostri consigli

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Effettivamente un caso complesso
Lo so che vuole risposte e non solo commenti
il fatto però che gli esami colturali non abbiamo mai evidenziato niente mi fa sospettare anche una origine non solo testicolare ma magari anche di origine neurologica
Ha fatto anche la ricerca della clamidia nelle varie colture ?
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 432XXX

Grazie per aver risp dottor Militello
Credo di non averlo mai fatto?
In cosa consiste?
Cosa vuol dire di origine neurologica?

[#3] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La clamidia è un germe spesso responsabile di patologie infettive delle vie seminali, ma deve essere ricercato

Talvolta dolori pelvici hanno origine dalla colonna vertebrale ( ma lasciamola come ultima ipotesi )
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#4] dopo  
Utente 432XXX

Vedo di fare questo controllo sulla spermiocultura prossima settimana
Se può servire faccio un lavoro che mi obbliga a stare in piedi per 8 ore con la pausa dalle 13 alle 16
La ringrazio per il suo aiuto e interesse per risolvere questo problema che mi dura ormai da troppo tempo...
Ultima cosa visto che il dottore ha parlato di infiammazione posso prendere insieme al deprox l'ntegratore flogeril forte ai tempi preso sempre per lo stesso motivo?
Ho letto nelle istruzioni che è un antinfiammatorio naturale

[#5] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
assolutamente si senza problemi
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#6] dopo  
Utente 432XXX

Buongiorno Dottore

La ringrazio ancora per aver risposto!
un paio di settimane fa avevo chiesto al mio medico curante se potevo prendere queste 2 cose insieme ma me l'ha sconsigliato in quanto poteva causarmi un ulcera da farmaci ma ha cmq detto di non conoscerli e di non sapere quindi che entrambi sono degli integratori, penso bene?
adesso avrei 3 domande da fare di cui 2 credo siano forse stupide e non legate alla problematica ma le faccio solo per togliermi il dubbio
è possibile che il dolore al testicolo ed il resto sia causato dalla psoriasi? detto dai dottori la mia è genetica anche se non mi hanno mai fatto fare esami per appurarlo. l'ultimo specialista mi ha dato solo il dovobet ed un integratore in quanto non c'era bisogno di altre cure sennò sarebbe stato come sparare ad un passerotto con un cannone...
questa domanda la faccio perchè tra lo scroto e inguine mi si creano delle macchie che quasi prontamente curo col dovobet
la seconda riguarda il glande che provo a lasciarlo scoperto (anche se si richiude sempre) sia per far asciugare la psoriasi che al 90€ dei casi mi passa senza bisogno di applicazioni della dovobet e l'altro motivo per diminuire la sensibilità...
e vorrei sapere se questo potrebbe portare a questo tipo di dolori perchè prima non lo facevo mai e da circa 3 anni ci provo a farlo
e l'ultima riguarda al deprox topster e flogeril forte
per quanto tempo dovrei assumerli?
l urologo mi ha detto che i primi 2 potevo prenderli a vita
posso seguire questo consiglio?
potrei avere effetti collaterali?
ho letto che il topster potrebbe causare perforazioni e problemi vari
invece nel deprox e flogeril non ci sono scritte problematiche per l'assunzione "a vita" anche se a 33 anni mi sembra eccessivo iniziare a prendere qualcosa a vita...

grazie ancora per i Vostri consigli

[#7] dopo  
Utente 432XXX

Scusate.... volevo dire 90% e la crema si chiama clobesol e non dovobet

[#8] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera

Oggi ho consegnato i campioni per fare la ricerca di germi comuni clamidia e micoplasmi.
Controllando ho visto che questo tipi ti esami li avevo fatti il 27/11 risultando positivo solo allo staphtlococcus.
In attesa dei risultati per il 12/07 posso prendere ciproxin 500 1 volta al giorno insieme a tutto quello che già prendo..?

[#9] dopo  
Utente 432XXX

Buogiorno...

C.ca 15 gg fa ho ritirato gli esami con risultato negativo alla clamidia micoplasmi, urinocult e ricerca germi comuni. Dopo il ritiro ho avuto la possibilità di fare una visita all'ospedale molto rapida. Mi hanno fatto l'eco ai testicoli e il controlla della prostata al tatto risultando molto dolorosa allo sfioramento con dolore sulla zona sotto lo stomaco e alla base dell'asta dandomi ciproxin 2 volte al di x 20 gg insieme al deprox e riflof per 15gg. In questo periodo ho accusato dolore al glande ma sembra quasi più legato alla sensibilità della pelle che interno. Ce un legame a tutto ciò? E adesso il dolore si è spostato nel sinistro...
Consigli...?Devo continuare a vita col deprox come consigliato da uno specialista? Il ciproxin l'ho preso solo per 15 gg perché reputo eccessivo per tutto questo tempo con i vari risultati negativi...

[#10] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Scusa il ritardo nelle risposte
purtroppo continua a essere un caso di difficile interpretazione anche a carico degli altri colleghi
chiaramente lo stare molto in piedi potrebbe in parte creare piccole problematiche a livello del rachide lombosacrale con successivi risentimenti neurologici periferici
Per quanto riguarda l’utilizzo del deprox perlomeno tre mesi estensibile a sei mesi di cura
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#11] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera Dottori

Dopo circa 2 mesi di cura col ciproxin e deprox nelle ultime 3 evacuazioni ho accusato dolore nei glutei come quando finisco un rapporto
È normale che mi si presenti questo dolore?
L'ultimo è stato più intenso e con la sensazione di nausea
Cosa devo fare?
Devo preoccuparmi?
Ditemi cosa fare o come posso farmi visitare da voi se non è normale...

[#12] dopo  
Utente 432XXX

Ultima domanda...
L eiaculazione debole è colpa della prostatite o potrebbe esserci un problema che è magari è la causa di tutto?
Qualche giorno fa mentre ero in piedi ho accusato bruciore che dalla punta scorreva verso la base dell'asta e dopo il bruciore ho avuto dolore al pene come se mi toccassero la prostata. E adesso, mentre sono seduto ho accusato 3/4 pulsazioni nel muscolo tra l ano e i testicoli e ad ogni pulsazione si ripercuoteva dolore al basso ventre, solito dolore quando mi toccano la prostata...
Possibile che qualche sia presente ancora un infezione visto il bruciore e questi dolori al pene? E di conseguenza la prostatite nn vuole andar via considerando l'esito negativo degli esami...?
Dal 2016 che questa storia tira avanti..

[#13] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera
Oggi ho fatto un altra visita sembra andare meglio
Mi ha fatto un'ecografia alla vescica e ha visto delle calcificazioni nella prostata e al tatto era meno dolente dell'ultima volta.
Mi ha solamente detto di assumere per 3 mesi un principio attivo chiamato serenoa repens e vedere come va...
È condivisibile?
Finisco prima il deprox arrivando a 90gg (al momento 60) o prendo da subito questo principio attivo?

[#14] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi di completare il ciclo di deprox e poi iniziare la serenoa

terapia condivisibile, con finalità antiinfiammatoria e decongestionante
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#15] dopo  
Utente 432XXX

Grazie Dottore per aver risposto, e nell'occasione vorrei farle delle domande per togliermi dei dubbi e ovviamente capire....
Dopo quanto tempo si hanno i sintomi da infezione? In quanto tempo si sviluppa?
Le domande nascono dal fatto che dentro la cura del deprox, finiti quasi 60g avevo avuto risvolti positivi. Giorni a seguire ho avuto rapporti con la mia ragazza non protetti e dopo 15-20gg ho iniziato di nuovo a sentire pesantezza al testicolo ma questa volta nel sinistro con fitta zona epididimo.
Possibile che è la mia ragazza a causarmi il tutto?
Premetto che lei ogni tanto accusa infezioni alle urine che cura prendendo per un paio di giorni le zimox.
In che modalità dovrei assumere la serenoa? Prima o dopo i pasti?
Purtroppo il dottore mi ha suggerito il principio attivo e in farmacia mi hanno dato un flacone preparato da loro.
Va bene o devo prendere qualcosa di specifico?

Grazie ancora per aver risposto e Buon ferragosto

[#16] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I tempi di latenza sono in effetti spesso di due o tre settimane.
La Serenoa potrebbe essere assunta durante i pasti per un migliore assorbimento
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#17] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera Dottori

Aggiorno il post con gli ultimi eventi

Iniziata la serenoa già da qualche giorno sembro vedere un pò di cose positive e altre con sospetto.
Nel corso del tempo tra la fine del deprox e l inizio della serenoa ho accusato un paio di volte pressione nella parte centrale tra testicoli e ano, quando urinavo accusavo un leggero fastidio sull asta fino a basso ventre per finire cob dolore ai glutei anche questo successo 2 o 3 volte random, sempre con la serenoa mi sento di urinare con leggera fatica, come quando si ci sveglia con la vescica piena al mattino. E ultimamente mi si sono presentati bruciori interno l asta e punta. E i risvolti positivi sono che i dolori ai testicoli non sempre li accuso anche se rimangono sensibili al tatto e random mentre urino, erezione più potente e quantità liquido seminale aumentato.
Per ora ho sospeso la serenoa perché prendo niflam per problemi a deglutire che mi sta già passando, da lunedì riprendo la serenoa.
Domanda...
I bruciori sono sintomi di infezione?
Mettiamo caso che la risposta sia positiva e dovrei prendere nuovamente antibiotico, il mio corpo si è abituato o fanno lo stesso effetto?
Vorrei saperlo solo nel caso i sintomi diventano maggiori e usare protezione con rapporti futuri

[#18] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'nfezione andrebbe documentata con gli esami specifici , ma mi rendo conto che è anche stanco di effettuare esami di continuo.
Probabilmente tutto è segnale di un processo infiammatorio ancora in atto.
diamo tempo alla molecola di agire ( 2-3 mesi sarebbero richiesti )

rapporti protetti
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#19] dopo  
Utente 432XXX

La ringrazio Dottore per la celere risposta.
Come detto prima ho sospeso la serenoa perché prendo niflam. Nel dubbio non vorrei prendere medicinali incompatibili tra loro (che tra l'altro ne ho presi tanti...) e più che altro sono solo stanco di vedere negli esami esiti negativi...
Consideri che come detto in un post precedente, di mia iniziativa avevo iniziato a prendere ciproxin perché sentivo la sensazione di pesantezza e dopo una settimana, riuscendo ad avere una visita urologica il dottore mi ha detto di prenderne 2 al giorno con tutto che gli esami ritirati 10 min prima erano tutti negativi compreso alla clamidia.
Per quanto riguarda i rapporti purtroppo dopo la cura antibiotica ne ho avuto uno non protetto ma se aiuta anche dopo tutto ciò userò le giuste precauzioni.
Ultima curiosità
Possibile che il tutto si sia sviluppato per una carenza di rapporti?
Sto con la mia ragazza da 10 anni e prima avevo la media di 3 rapporti a settimana (consideri che soffrendo di eiaculazione precoce, dopo la prima riuscivo a mantenere l erezione senza tempi di attesa durando anche 10-15 min con altra eiaculazione)
Poi per problemi vari questa frequenza è diminuita di c.ca 1 al mese o 2.
Cmq sia durante la cura col deprox avevo quasi la sensazione di non avere desiderio sessuale o per essere più precisi di averlo ma non sentire risposta dal mio corpo. Ultimamente invece come detto prima sessualmente sembro vedere qualche risultato positivo con spesso leggere erezioni mattutine.

La saluto Dottore e Le auguro un buon fine settimana

[#20] dopo  
Utente 432XXX

Aggiornamento di questa mattina...
Mi sono svegliato con dei dolori al basso ventre con la necessità di andare in bagno e urinando con molta difficoltà la quantità di circa un bicchiere o poco più...
Anche se fosse legato ad un processo infiammatorio, dopo 90 giorni di deprox non dovrei stare meglio a 360°?
A parte adesso la pausa di 5 giorni dopo i 15gg della serenoa (presa subito la fine del deprox) come mai ho questi problemi?

[#21] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Salve
ho avuto difficoltà negli ultimi tempi a leggere e rispondere alle domande sia dei miei pazienti sulle mie e-mail personali sia nei forum di partecipazione, mi sembrava però corretto perlomeno ,anche se a distanza di molto tempo, chiederle come stava andando e se ,sinceramente me lo auguro, i problemi siano passati
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#22] dopo  
Utente 432XXX

Buongiorno Dottor Militello

La ringrazio infinitamente per il suo interesse, purtroppo in tutto questo arco di tempo ho incontrato solo persone interessate ad altro che al modo di curare la cosa e altre superficiali.
Rispondendo alla sua domanda, tutto sommato mi sento meglio, solo ancora qualche piccolo fastidio al tatto su entrambi ma di più adesso sul sinistro (inizialmente solo destro).
Una piccola curiosità se posso chiederle, che mi è successa domenica. Sabato sera ho mangiato una slasa molto piccante, il giorno dopo appena svegliato ho avuto difficoltà ad urinare ma nn troppo e poco dolore in entrambi i testicoli. Nel pomeriggio dopo un rapporto ed aver eiaculato ho avvertito una sensazione di malessere generale con un filo di nausea quasi impercettibile ma presente. È dovuto alla salsa piccante o devono passare più giorni prima di avvertire i fastidi accusati?
La domanda nasce se devo proprio annullare le cose piccanti che assimilo un paio di volte al mese come l'alcool o sporadicamente posso mangiare tranquillamente?

Grazie ancora per il suo interesse

A.

[#23] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
bene
sono molto contento che stia meglio
Per quanto riguarda l’argomento alimentazione sappiamo benissimo, e purtroppo lo ha provato anche sul campo ,quanto cibi piccanti ed alcolici siano i nemici di una prostata sofferente o comunque predisposta l’infiammazione
tutto ciò che mangiamo e beviamo diventa urina e quindi in poco tempo entra in contatto con la mucosa vescicale
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#24] dopo  
Utente 432XXX

Buongiorno Dottore

Scusi per il ritardo causa lavoro e la ringrazio sempre per le risposte.
Purtroppo, in parte lo sapevo che l'alimentazione è nemica nel mio caso ma non pensavo fino a questo punto...
Nella penultima visita fatta, il medico mi ha chiesto se avevo fatto abuso di cose piccanti alcol e super alcolici ecc, e mi aveva detto che magari durante la cura ciproxin/deprox dovevo evitare cose piccanti, alcol e massimo 2 caffè al giorno.
Dopo i 90gg di cura ho ripetuto la visita con un altro medico e mi ha detto che la birra è composta da acqua e quindi la potevo bere, un bicchiere di vino fa pure bene e lo potevo bere.
Premesso questo non sono un gran bevitore, se capita bevo al massimo 2 birre piccole a settimana o anche meno. Qualcosa di più alcolico sono in alcune rare occasioni o lo bevo il sabato se non bevo nulla durante la settimana e i cibi piccanti li ho allontanati da quando combatto questa lunga battaglia anche se cmq ogni tanto, la domenica, una spolverata di peperoncino la uso.
Se non Le chiedo troppo potrebbe farmi un piccolo schema su quali alimenti bisogna evitare assolutamente, quali è possibile assumere ogni tanto e quali favoriscono la guarigione/benessere della zona interessata?
Ritornando al discorso della sensazione di malessere dopo aver eiaculato è causata dalla prostata? Quando mi succedeva avvertivo dolore ai glutei...possibile che questa sensazione di malessere, se causata da una prostata infiammata, si possa verificare senza eiaculare?

A.

[#25] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I dolori descritti possono originare dalla prostata infiammata
i cibi da evitare sono
cibi piccanti, alcolici, eccesso di caffè, cioccolata, crostacei, anche la vita non è un’amica della prostata come può leggere in numerosi articoli
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#26] dopo  
Utente 432XXX

Salve Dottore
Le avevo fatto questa domanda in quanto in passato avvertivo in random questo tipo di malesseri e facendo le analisi del sangue non risultava nulla e quindi molto probabilmente la causa era ed è questa infiammazione...
Per quanto riguarda i cibi da lei descritti proverò a non assumerli, anche perché ancora ho dolori ai testicoli...e la cosa la avverto quando uso i boxer...e toccando la parte posteriore dei testicoli avverto lo stesso dolore e nella parte superiore tocco un puntino solido che il mio medico curante ha detto che sono le vene che dal testicoli portano il sangue all inguine e fa male perché sto troppo in piedi...
Visto che i cibi rallentano o annullano la cura...posso implementare il deprox insieme alla serenoa?

Grazie sempre per i suoi preziosi consigli

A.

[#27] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera

Aggiorno il post per evitare che si chiuda.
La settimana scorsa ero arrivato a metà del terzo astuccio da 30 perle della serenoa, a parte di aver scoperto che mi creava fastidi alla gola per via dei succhi gastrici, avvertivo delle pressioni nel muscolo nella parte tra ano e testicoli, e dei doloretti zona sacrale mentre stavo seduto a letto o in macchina che sembrano causati dalla cattiva posizione ma l'ultima volta che ho avuto questo fastidio mi si è ricollegato col dolore sotto al ventre.
Per il problema alla gola ho smesso da 5 giorni con la serenoa e ieri mattina mi sono svegliato con la vescica piena e quando sono andato a urinare usciva piano con dolore al basso ventre e finito il dolore il flusso è diventato leggermente più forte rispetto all attimo prima.
Mi chiedo se la serenoa ha fatto qualche effetto.
Nel mentre ho ripreso col deprox sperando di stare meglio.
Aspetto una settimana e chiedo aiuto vs altro specialista

Saluti

A.