Utente 414XXX
Buongiorno a tutti e grazie anticipatamente.
È da abbastanza tempo ormai che talvolta (2 volte al mese al massimo) avverto delle fitte di media intensità nella parte posteriore del testicolo sinistro, il quale si trova anche più "in basso" rispetto al destro. Queste fitte solitamente si risolvono completamente da sole nel giro di un'ora circa stando in posizione seduta o sdraiata.
Proprio questa mattina però ho avvertito un'altra di queste fitte, sempre localizzata nella stessa zona del medesimo testicolo, che però non accenna a guarire completamente. È un dolore di media intensità localizzato nella parte posteriore che ad intermittenza si è irradiato alla gamba sinistra e al piede con una sensazione di "pesantezza" ed anche leggermente (molto meno frequentemente) alla parte medio-bassa sinistra della schiena.
Ad un primo auto-esame non ho riscontrato personalmente anomalie esternamente, alcun rossore o cose del genere.
Il dolore, appunto, scompare quasi completamente in posizione seduta o sdraiata, solamente che appena ricomincio a camminare il dolore mano a mano si ripresenta fino a raggiungere l'intensità iniziale.
Poiché il dolore non è presente nelle due posizioni appena descritte, che cosa mi consigliate di fare?
Grazie anticipatamente per l'attenzione che mi riserverete.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' abbastanza comune che si avvertano dolori al testicolo, variamente irradiati, anche se localmente non si riscontra alcuna alterazione. In questi casi si pensa possa trattarsi di un dolore da iititazione neurologica irradiata lungo i nervi che dalla bassa colonna vertebrale scendono anteriormente ed obliquamente, interessando l'area genitale ed inguinale. Questa è comunque solo una ipotesi, ovviamente è indispensabile una valutazione diretta da parte di un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Salve, grazie anticipatamente per la risposta.
Il dolore periodico potrebbe essere anche dovuto allo sporadico contatto magari troppo "violento" che il testicolo sinistro, più basso, ha con la gamba sinistra durante la camminata?
La mia è solamente un'ipotesi perché ogni qualvolta che si presenta devo obbligatoriamente smetterà di fare qualsiasi azione e sedermi/sdraiarmi a causa del dolore che potrebbe solamente aumentare se continuassi.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Lo stesso discorso vale anche per i dolori irradiati. Solo la valutazione diretta può fare un minimo di chiarezza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Caro lettore

solo una visita specialista andrologica potrebbe chiarire il suo problema che potrebbe essere deetrminato dalla presenza di un varicocele sinstro (presente nel 18-20% dei maschi italiani)
ne parli con il suo medico e senta il suo consiglio
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org