Utente 498XXX
Salve,
sono una ragazza di 22 anni. Il mese scorso ho avuto 2 episodi di forte cistite, il primo curato inizialmente con furdantin (che non è stato sufficente) poi ciproxin (che non è stato sufficente) e levofloxacina; il secondo curato con monuril (che non è stato sufficente) e di nuovo levofloxacina. Ho iniziato poi una cura preventiva con integratori alimentari al d-mannosio e cranberry che sto continuando tutt'ora. Una settimana e mezza fa ho fatto l'esame delle urine e l'urinocoltura e tutto era nella norma con urinocoltura negativo. Una settimana fa pero ho riscontrato forte dolore alla schiena, ai fianchi, e a volte si irradia anche sotto il seno,in sostanza dolore a tutto il busto tranne petto e pancia, il medico di base ha prescritto 3 oki al giorno per 4 giorni ma non è servito, quindi venerdi ho fatto gli esami del sangue ed è tutto nella norma tranne ves 45 e pcr 24,9. Da due giorni il medico mi ha prescitto l'antinfiammatorio spidifen per altri 4 giorni ma il dolore non si allevia di molto quando lo prendo, i dolori continuano ancora specialmente alla schiena, sono molto preoccupata. La pipi non mi brucia piu non ho piu stimolo, a volte mi capita che appena finito di urinare per i 10 minuti successivi ho come la sensazione che ci sia all interno qualcosa che brucia ma nulla di cosi fastidioso, poi passa subito.. sono preoccupata per i valori del sangue? potrebbe essere qualcosa di molto grave?
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'elevazione degli indici di infiammazione indicano nel caso specifico la probabile persistenza di una condizione infettiva che interessa le vie urinarie. E' necessario approfondire la condizione eventualmente anche mediante l'esecuzione di esami strumentali quali per esempio una ecografia addominale e pelvica con particolare riferimento ai reni, alle vie urinarie ed agli annessi uterini. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 498XXX

la ringrazio per la sua risposta
il medico di base mi ha consigliato una visita reumatologica, e a quest'ultima mi è stato riferito di rifare gli esami del sangue pcr ves, urinocoltura e urine ed ecografia addominale, poiche la reumatologa sostiene che i miei dolori addominali e lombari derivino dalle vie urinarie (come sosteneva lei )
i risultati degli esami non nella norma sono:
pcr 4,5
ves 38

tracce di emoglobina nelle urine e presenza i muco
urinocoltura negativa

l'ecografia addominale devo farla tra pochi giorni, ma dato che l'urinocoltura è negativa e quindi non ci sono infezioni batteriche, a cosa possono essere dovute le alterazioni di ves, emoglobina e muco?