Utente 223XXX
Buongiorno
come da precedenti richieste soffro di vescica iperattiva da malattia neurologica curata con risultati abbastanza soddisfacenti con kentera.
Dopo ogni santo rapporto col mio compagno, anche il più delicato possibile, la mia vescica dopo circa 10 minuti dalla fine del rapporto si irrita e mi costringe ad andare in bagno ogni 15 minuti, giorno e notte per tre o quattro giorni consecutivi.
Non è cistite perchè urinoculture sempre negative e anche senza nitriti, antibioticoprofilassi inutile, è proprio come se il trauma meccanico comprimesse e infiammasse la vescica, mi vergogno a dirlo ma ho provato coi rapporti anali........ peggio che peggio---ho provato di tutto, svuotare vescica prima e dopo rapporto, lubrificante, mannosio, cistalgan, neo furadantin post rapporto, mirtillo, correzione stitichezza con successo...., nulla....so bene solo con l'astinenza.
So di chiedervi l'impossibile ma avete qualche dritta? sia la ginecologa che il neuro-urologo mi hanno consigliato di non avere più rapporti perché la mia vescica è troppo "debole" e compromessa.
Scusate il disturbo
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

i consigli ricevute hanno un base reale per essere condivisi.

Bene ricordarsi poi che la sessualità di una coppia non è solo caratterizzata da rapporti sessuali di tipo penetrativo.

Si calmi, non drammatizzi e per il momento segua le indicazioni ricevute che nel tempo potrebbero forse anche essere modificate se il suo problema clinico dovesse attenuarsi.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Buonasera dr. Beretta
ha ragione su tutta la linea, grazie per avermi risposto in tempi brevissimi :)

[#3] dopo  
Utente 223XXX

Buonasera dr. Beretta non vorrei abusare della sua pazienza ma volevo avere il suo parere rispetto alla "cura" che mi ha dato stamane il mio urologo di riferimento.
Mi ha suggerito 4gr di mannosio al giorno (in 4 dosi)e una compressa di Neofuradantin 100 dopo i rapporti dicendo che è un antiinfiammatorio e mi proteggerebbe la vescica.
In realtà avevo provato mesi fa ad usarlo ed effettivamente mi era andata benne, usarlo però sempre una volta a settimana per lunghi periodi non porta conseguenze, assuefazione e quant'altro? l'urologo dice di provare io rimango dubbiosa per questo chiedo anche a lei che mi sembra alquanto competente.
Scusi il disturbo buona serata

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

il D-mannosio è uno zucchero semplice che viene riassorbito otto volte più lentamente del normale glucosio (lo zucchero che generalmente usiamo in cucina).

Una volta assorbito, questo però non viene metabolizzato subito ma una buona parte, attraverso il sangue, è filtrato dai reni e poi espulso nelle vie urinarie.

Lì sembra possedere la proprietà di "attaccarsi" ai batteri ed infatti in presenza di D-mannosio i batteri, soprattutto l' Escherichia Coli, sembrano preferirlo ed insieme formano un’entità che viene eliminata più facilmente durante la minzione.

Le basi che giustificano l'azione di questo zucchero sono sostanzialmente queste.

La dose che si indica deve essere sempre aggiustata secondo l’età e la situazione clinica generale del paziente.

Attenzione alla presenza di diabete dove si raccomanda di controllare regolarmente ed attentamente la glicemia.

Detto questo poi si ricordi sempre, come regola generale, quella di consultare o riconsultare in diretta il suo medico di medicina generale ed il suo urologo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 223XXX

Buonasera dr. Beretta
va bene grazie per l'ottima spiegazione sul mannosio.
Continuerò quindi con mannosio e neo-furadantin al bisogno.
Cordiali saluti

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006