Utente 499XXX
Buongiorno, ho 49 anni ed ho effettuato l'ecografia transrettale.

il referto dice, tra l'altro:

La porzione centrale di aspetto adenomatoso impronta e solleva il pavimento vescicale con diametro traverso massimo di circa 25.4 .

L'ecostruttura ghiandolare è diffusamente disomogenea con alcuni adenomi, uno particolare in sede anteriore paramediana destra di circa 11.4 mm. Capsula prostatica integra.

Posso avere un vostro parere? Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
8% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Buongiorno
Assolutamente nulla di preoccupante. La Sua prostata presenta una minima crescita, come è frequente osservare quando ci si avvicina ai 50 anni di età. Questo ingrandimento è sostenuto dall'iperplasia prostatica benigna (IPB) - indicato nel referto dell'ecografia con il termine di "adenoma".
L'ecografia transrettale è un esame diagnostico oggi poco utilizzato (se non durante la biopsia prostatica), in particolare la sua accuratezza nel riconoscere un tumore prostatico è bassa.
Cari saluti
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#2] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio tantissimo, ho solo un'ultima domanda da farle, visto che mi dice che è un esame poco utilizzato e con un livello basso di accuratezza, mi consiglia di effettuare ulteriori accertamenti o non c'è bisogno?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
8% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Tutto dipende dal motivo per cui l'esame è stato richiesto:
1) se c'è un sospetto di un tumore prostatico (per esempio sulla base di un PSA alterato o di un reperto anomalo alla visita prostatica) --> servono ulteriori accertamenti, dato che come già detto questo esame è poco preciso in questo campo
2) se è stato fatto come screening (per un'ipotetica diagnosi precoce del tumore prostatico) --> l'esame eseguito è inutile (stesse considerazioni fatte per il punto precedente). Lo screening del tumore prostatico è argomento vastissimo e con poche certezze al momento.
3) se il motivo era rappresentato dalla presenza di sintomi urinari --> non dovrebbero essere necessari altri esami diagnostici per immagini (in questa situazione l'ecografia transrettale può essere sostituita dall'ecografia sovrapubica eseguita con vescica distesa).
Ancora saluti
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#4] dopo  
Utente 499XXX

l'esame mi è stato consigliato dal mio medico di base a seguito di un valore psa di 6.59, oltre a problemi di leggeri bruciori a livello prostatico e frequenti minzioni notturne.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
8% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
premesso che:
- il PSA è un marcatore tumorale notevolmente IMPRECISO. (esistono svariate situazioni cliniche con aumento del PSA non dovuto ad un problema tumorale - la più tipica è rappresentata dalle forme infiammatorie prostatiche. In questi casi sono spesso presenti sintomi urinari come quelli che Lei riporta)
- Alla sua età il rischio di un tumore prostatico è basso

è comunque utile sottoporsi innanzitutto a valutazione urologica con accurata visita prostatica. In questo modo si può valutare la possibilità della presenza di un problema infiammatorio ed impostare direttamente eventuali terapie.

Resta fondamentale ripetere un esame del PSA dopo adeguato intervallo temporale (di alcune settimane).

Solo in presenza di anomalie alla visita rettale o di valori confermati elevati del PSA nel prelievo successivo --> saranno obbligatori approfondimenti diagnostici. In quest'ottica un'ecografia transrettale negativa per zone sospette ha un valore decisamente modesto (come già detto) e non può considerarsi sufficiente per interrompere l'iter diagnostico.

Ad oggi l'esame diagnostico per immagini più preciso nella valutazione della prostata per decidere l'indicazione a un'eventuale biopsia --> è rappresentato dalla risonanza magnetica multiparametrica.
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#6] dopo  
Utente 499XXX

Farò tesoro dei sui consigli. La ringrazio di cuore. Buona giornata e buon lavoro.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
8% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Bene. Ci tenga informato.

Qui può trovare qualche informazione in più sulla risonanza magnetica multiparametrica:

http://www.urologo-genova.it/articoli/risonanza-magnetica-tumore-prostata.htm
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova