Utente 498XXX
Buongiorno Dottori,

ho 51 anni, da ca.15 ho sofferto di IPB, cure fatte con tonnellate di farmaci: urorec, omnic, topster, permizon, ciproxin, cefixoral, Bactrim forte e chi piu' ne ha piu' ne metta. Alla fine ho deciso di sottopormi all'intervento TURP con GREEN LASER poiche' ero arrivato al limite dell'ostruzione dell'uretera per via di un terzo lobo ormai cresciuto a dismisura (il dr l'ha definito il piu' grande che abbia mai visto, specialista 60enne!) E' stato eliminato il terzo lobo e resecato i lobi laterali. Per farla breve, 36 ore fa ho subito l'intervento alle 17 del pomeriggio, a distanza di 12 ore mi hanno tolto il catetere e dopo 2 ore mi hanno dimesso. Tornato a casa, ho continuato la "cura" d'acqua, ho bevuto ca 5 litri per lavare bene eventuali residui, ho avuto qualche sanguinamento e qualche espulsione di residui, dolore pelvico a fine minzione e bruciore al glande, pero' devo ammettere che dopo 36 ore anche il dolore pelvico e' quasi scomparso ma permane il bruciore al glande. Continuero' il carico d'acqua in modo continuativo ancora per qualche giorno (mi consigliate per quanti gg dovro' bere i 3-5 litri d'acqua?) Il getto e' fortissimo, credo sia dovuto alla vescica iperattiva. Dopo 36 ore, al mio risveglio ho notato una sorprendente "alza bandiera", non mi capitava da anni. Detto cio', la mie domande sono:

1) posso iniziare ad avere rapporti tra qualche giorno oppure mi consigliate d'aspettare un paio di settimane per evitare eventuali stress alla prostata operata? Volevo chiederlo al dottore che mi ha operato ma il giorno dopo non era in clinica.

2) ritenete soddisfacente il risultato del decorso post operatorio?


Grazie molte.

cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dopo così poco tempo dall'intervento è ovviamente troppo presto per esprimere qualsiasi tipo di giudizio. Con le nuove tecniche basate sul laser, la degenza ospedaliera e il cateterismo sono molto abbreviati, ma la stabilizzazione definitiva dai disturbi irritativi residui, pressochè sempre presenti, continua ad essere la medesima rispetto a qualsiasi altro tipo di intervento disostruttivo prostatico, di qualsiasi tipo (chirurgico, TURP, altri tipi di laser). Pertanto, il tempo medio di stabilizzazione viene sempre stimato attorno alle 6-8 settimane, necessarie ad apprezzare tutti i vantaggi dell'intervento eseguito. Per venire al suo caso, ci permettiamo di non concordare su questa assunzione spropositata di liquidi, che potrebeb anche posratre a qualche effetto collaterale (a meno che dalle sue parti faccia devvero caldissimo ...). Diremmo che anche solo la metà di tutta quell'acqua sarebbe più che sufficiente. Per quanto riguarda l'attività sessuale, in genere si consiglia di portare pazienza lameno per 2-3 settimane.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Gentile Dottor Piana,

seguo con attenzione tutte le sue risposte e mi complimento con Lei.

In effetti, ho limitato il carico d'acqua di 5 litri solo il primo giorno e le posso assicurare che le escare uscivano in continuazione. Dal giorno successivo all'intervento mi sono stabilizzato sui 3 litri. A distanza di quasi 4 giorni mi sento benissimo: nessun dolore pelvico, solo qualche bruciore nel glande, credo sia dovuto al raschiamento degli strumenti/catetere. L'unica inconvenienza, dottore, e' qualche goccia d'incontinenza post minzione, infatti ieri sono uscito a fare una piccolo passeggiata ed al mio rientro notavo qualche gocciolina negli slip. Tutto questo e' normale? Si tratta di vescica iperattiva post intervento o dovrei approfondire?

cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Tutto assolutamente nella norma per questo periodo, ne riparliamo tra due mesi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 498XXX

In relazione alle continue erezioni, specialmente di mattina, anche questo rientra nella normalita'? Le posso garantire che prima dell'intervento non capitava.
Continuero' a prendere omnic per una quindicina di giorni, non vorrei che sia questa la causa.

grazie dottor Piana e buon lavoro.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se il flusso è buono non crediamo che le sia utile la tamsulosina. L'erezione può essere riflessa dalla irritazione pelvica dovuta al recente intervento. Come le abbiamo già scritto, non è questo il momento per esprimere giudizi di alcun tipo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 498XXX

Dottor Piana,

eiaculazione ANTEROGRADA!!!!!!!
direi intervento TURP laser green light riuscitissimo.

cordiali saluti e grazie dei consigli, buon lavoro!

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Bene.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing