Utente 516XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni e sono molto preoccupato. Da un po di tempo mi sono reso conto che c'è un problema con l'erezione del mio pene ma solo oggi sono riuscito (forse) a capire di cosa si tratta. Per come viene descritta sul web, la mia situazione può essere riconducibile alla fuga venosa , scientificatamente nota come disfunzione erettile venosa-occlusiva. In pratica ogni volta che avviene l'erezione, non riesco a tenerla a lungo e il mio pene perde rigidità...prima della eiaculazione. L'erezione c'è ma subito dopo si "affloscia". Due settimane fa mi sono trovato davanti a un rapporto sessuale e purtroppo non sono riuscito a farlo per questo motivo. Io provavo a stimolarlo di nuovo, avveniva di nuovo l'erezione, ma dopo poco già si era sgonfiato. Sono molto preoccupato e questo problema mi fa sentire proprio impotente. A cosa può essere legato questo problema? È curabile? La mia descrizione può essere riconducibile al problema della fuga venosa? Aspetto con ansia una risposta. Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
le suggerirei di sospendere le sue elaborazioni mentali e di consultare direttamente un Andrologo. Alla sua età è molto improbabile che lei abbia problemi di disfunzione veno-occlusiva, soprattutto se ad esempio le capita di avere almeno ogni tanto delle buone erezioni spontanee notturne o al risveglio. La prima candidata come possibile causa nel suo caso è l'ansia.
Ci faccia poi sapere.
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille Dott. Pescatori per la risposta. Ho prenotato una visita andrologica che farò tra 2 settimane. Sono anche andato a parlare con il mio dottore di base che mi ha anche rassicurato sul fatto che non ci possono essere problemi organici bensì psicologici (quindi ansia,stress ecc). Diciamo che mi sono tranquillizzato molto anche se devo dire che non ho frequenti erezioni mattutine, a dir la verità ne ho proprio pochissime. Anche questo può essere legato allo stress? Comunque aspetto la diagnosi andrologica e le farò sapere.
Cordiali saluti