Utente 516XXX
Salve, sono un ragazzo di 16 anni e faccio palestra da più di un anno. Negli ultimi due mesi ho cambiato scheda di allenamento (come da prassi, è necessario cambiare programma dopo un determinato tempo). In concomitanza con l'avvio di tale scheda ho notato un progressivo indebolimento (settimana dopo settimana) dell'erezione (durante la masturbazione), fino ad arrivare a perderla totalmente per una qualche giorno. Ho avviato un programma leggero per una settimana e ho notato risultati positivi, l'erezione è tornata ma comunque lieve. Al momento sono fermo da qualche giorno e non sto notando più miglioramenti. Ho da subito pensato ad uno squilibrio ormonale, e che questo potesse essere stato causato da un allenamento eccessivo e quindi una produzione in massa di cortisolo, ma anche a riposo le condizioni non sembrano migliorare. Come dovrei agire?

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la palestra non può determinare una disfunzione erettile a meno che non ci siano sono traumi penieni o pelvici ed utilizzo di sostanze anabolizzanti. Se non ci sono erezioni mattutine spontanee o valide erezioni durante la masturbazione è necessaria una visita andrologica.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Grazie per la risposta. Svolgere analisi del sangue potrebbe aiutare?

[#3] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Potrebbero aiutare nella diagnosi ma gli esami da fare nel suo caso specifico, saranno decisi dall'andrologo a seguito di idonea visita.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#4] dopo  
Utente 516XXX

Mi preoccupavo degli esami in quanto ho anche sintomi come sonno discontinuo o comunque insonnia, a volte battito lievemente accelerato a riposo, e ciò mi ha fatto pensare ad un fattore di ansia.

[#5] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
L'ansia può sicuramente determinare o aggravare un deficit dell'erezione. Ne parli con un andrologo che saprà consigliarle il percorso diagnostico e terapeutico più indicato per il suo caso, che potrebbe comprendere anche un consulto psicologico, considerando la sua giovane età.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#6] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille!