Utente 527XXX
Buongiorno a tutti.
Ho 37 anni e qualche anno fa ho sofferto di un epididimite al testicolo sinistro ( dovuta alla presenza di Escherichia Coli) in seguito alla quale il mio primo urologo mi sottopose ad una lunga cura di Ciproxin, Topster in supposte ed Oki supposte per alleviare i dolori.
Al termine della cura durata più di un mese, dallo spermiogramma, gli spermatozoi presenti erano praticamente nulli, nonostante il testicolo destro risultasse pressochè intatto all'ecografia testicolare ( il sinistro reduce dall'infiammazione risultava invece molto poco vascolarizzato e di un centimetro e mezzo più piccolo rispetto all'altro).
Solo negli ultimi mesi, mi sono rivolto ad un altro urologo, dato che la condizione del liquido seminale continua ad essere acquosa e ciclicamente ho fastidi sordi alla zona pubica, alla bassa schiena, allo scroto ed all'interno coscia.
Ho effettuato circa un mese fa un nuovo spermiogramma che vi elenco :
Astinenza : giorni 3
Aspetto : torbido
Colore : cinturino
Viscosità: aumentata
Fluidificazione: completa
Ph : 8,0
Leucociti 5,200 ( valore max 1,000)
Volume 3,2
Concentrazione spermatozoi 0,8 ( min.15-max 73)
Numero spermatozoi/eiaculato 2,5 (min.39 max 225)
Progressiva 25 (min.32 max 55)
Totale 35 ( min. 40 max 61).

Ho effettuato anche una spermiocoltura ed un'urinocoltura ( negativi), analisi ormonali del sangue ( regolari solo la prolattina a 25) ed il PSA ( nella norma).

Quindi l'urologo mi ha dato la seguente cura : Ciproxin 500 2 volte al gg per 6 gg ( da ripetere dopo un mese) e Topster supposte 1 al gg per 15 gg oltre ad una transrettale. Nulla mi ha prescritto per aumentare il numero degli spermatozoi sostenendo di voler prima capire la causa di quei leucociti alti ed il motivo per cui gli spermatozoi siano pressoché assenti.

Esito transrettale :

" Reni in sede,normali per volume ed ecostruttura( ove si eccettua una cisti a destra), con corticale conservata ed esenti da immagini riferibili a calcoli od a dilatazione delle vie esecutrici.
Vescica distesa, esente da patologia parietale od endoluminale.
Prostata di volume regolare ( 13 cc per un peso di 9 g).
Sono presenti una piccola cisti mediana ed un'area iperecogena piramidale di 8 mm circa tra parte periferica e zona di transizione del lobo destro compatibile con esiti di processo logistico anche inveterato.
Sono presentiradi microspot iperecogeni nei dott eiaculatori intraprostatici.
Non immagini da lesioni focali della regione periferica, né alterazioni di apprezzabilità ecografica a carico delle vescicole seminali.
Normale il residuo vescicale dopo minzione spontanea.
Testicolo sinistro è di volume ridotto, ad ecostruttura disomogenea, con minima vascolarizzazione e stiffness aumentata per gli esiti scleroatrofici di pregressa flogosi.
Del tutto normale il testicolo destro."

Volevo quindi un vostro giudizio su questa situazione anche in relazione ai fastidi che continuo ad accusare a momenti della giornata alterni.

Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il fatto che il testicolo destro sia del tutto normale fa pensare che l'azoospermia fosse pre-esistente all'epididimite acuta di cui ci riferisce. Difficile immaginarne le cause. I distubi attuali sono chiaramnte ascrivibili ad una irritazione prostatica a decorso prolungato (altrimenti detta prostatite cronica) dui si rilevano anche evidenti tracce ecografiche. Probabilemnete vi è stato in passato un episodio acuto, probabilmente in corrispondnza dell'epididimite. In assenza di riscontri colturali francamente positivi noi siamo tendenzialmente scettici alla prescrizione di terapie antibiotiche lunghe ed intense, anche perché l'esperienza non porta a risultati positivi così frequenti. D'ogni modo, sappiamo che una parte dei nostri Colleghi la pensa in modo differente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 527XXX

Gentile Dottore, la ringrazio per la risposta.

Ho dimenticato di dire che agli inizi dell'anno ( periodo in cui non avevo disturbi particolari e prima della spermiocoltura negativa e dei disturbi di cui sopra), la mia ragazza dopo alcuni rapporti sessuali non protetti e piuttosto intensi ha avuto delle perdite biancastre e la ginecologa le ha diagnosticato un infezione fungina, prescrivendole antibiotico e ovuli. Identica situazione si è verificata agli inizi di Febbraio ( sempre in una situazione in cui io stavo bene e senza sintomi). Solo dopo questo secondo episodio ho eseguito la spermiocoltura di cui sopra dalla quale però non è uscito nulla. I fastidi però sono comparsi dopo due settimane a questa parte e successivamente è iniziata la cura antibiotica sopra descritt. Pensa possa esserci correlazione tra tali episodi ed i disturbi che ho quotidianamente da due settimane?

Un'altra domanda : la prostatite acuta va a periodi? Lo chiedo perchè i miei fastidi sono frequenzati. Per alcuni tempi sto benissimo, in altri ravviso solo un po' di malessere che va via subito, in altri ancora durano diverse settimane ( come sta succedendo attualmente). Non esiste cura per eliminare i fastidi?

Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'attività sessuale intensa può risvegliare antichi fastidi, questo è l'unico legame ragionevole che possiamo individuare. I disturbi della prostatite cronica sono assai tipicamente oscillanti. Non esiste una terapia specifica, ogni specialsita si regola in base alle proprie abitudini ed esperienza. Sulla prescrizione di antibiotici già le abbiamo detto. Importantissimi sono i consigli sullo stile di vita che abbiamo innumeri volte ripetuto in questa sede.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 527XXX

Grazie di cuore per il suo tempo, dottore. La terrò aggiornata su eventuali sviluppi.