Utente 541XXX
Buongiorno soffro di infiammazione prostatica da anni 5. ultimamente ho provato il massaggio prostatico con buoni risultati usando l indice e anche un massaggiatore vibrante x prostata, ho notato però che dopo questa pratica non riesco a scaricarmi x 2 giorni ho l impressione che irrito quella zona o è una cosa psicologica. Come l ubrificante uso una pomata omeopatica (calendula) prima però disinfetta il tutto con alcol. Comunque quando vado dall urologo questo problema non mi capita forse perché usa un LUBRIFICANTE particolare la ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Cosa intende per "non riesco a scaricarmi"?
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 541XXX

No come urinarie tutto ok, io mi riferivo nel senso di defecare ecco ho notato che quando faccio questo massaggio peresempio la sera l indomani ho problemi di stipsi, e come se non ho più lo stimolo continuo a fare aria ma senza dolori di pancia quello no, poi dopo 2 giorni mi incomincia a venire lo stimolo, poi alla fine quando riesco a farla ho una senza ione di non svuotarsi completamente non so se una cosa a livello psicologico, non vorrei che col tempo potrei danneggiare qualcosa, ho letto che bisogna starà attenti quando si fa questo massaggio andare con cautela, comunque adesso è un po' che non lo faccio x questo motivo, mi dispiace perché ho comprato anche questo massaggiatore a pile vibrante certificato. A un'altra cosa io col dito riesco a capire quando tocco la prostata, ma con il maggiatore lo inserisco non so poi se arrivo al punto giusto, l ho comprato perché è più igienico più comodo meno impegnativo rispetto al dito, e una pratica che mi piacerebbe evitare, però ho visto che in effetti urino meglio ecc la ringrazio aspetto una sua risposta

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La pratica del massaggio prostatico è molto datata, anche se taluni Colleghi, magari non proprio giovani ... vi siano ancora affezionati. Se l'efficacia fosse davvero significativa avremmo da tempo risolto il problema della cosiddetta "prostatite cronica", ovviamente non è così, quindi dobbiamo dire che i vantaggi che si possono trarre da questa pratica sono molto soggettivi, molto variabili e assai poco prevedibili. Non è pensabile di procurare dei danni con il dito, meno tranquilli ci sentiremmo utilizzando oggetti. Tutto il resto di quantoi ci riferisce lo riterremmo assai condizionato da fattori emotivi, perché è veramente difficile individuare delle cause organiche a queste sue sensazioni,
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing