Utente 553XXX
Buongiorno, da un paio di mesi soffro di dolore alla vescica.
Il dolore è discontinuo, a volte più intenso a volte solo fastidio. Mai forte ma molto noioso. Si manifesta con la sensazione di dover fare la pipì, pesantezza al basso ventre, piccole contrazioni della zona che fa male. I risultati dell'urinocultura sono negativi. Ho fatto un ecografia dell'addome avendo un passato di calcolosi renale e non sono emersi problemi. Dopo una visita ginecologica che ha escluso patologie delle ovaie il medico mi ha prescritto degli ovuli ed un antibiotico per curare una leggera vaginite da Trichomonas. Il dolore alla vescica non è scomparso. Unica nota: sia il mio medico di base sia il ginecologo mi hanno segnalato un intestino contratto (non ricordo la definizione esatta) io però apparentemente non ho alcun problema all'intestino. Oggi ai sintomi si è aggiunto un fastidio allo stomaco, qualcosa che avverto quando mi piego in avanti. Niente di veramente doloroso. Il dolore alla vescica comincia ad influire sulla qualità della mia vita anche sessuale. Urino molto più spesso di prima per alleviare il fastidio e non sto mai bene. Quale potrebbe essere la causa? Ho letto di una patologia che si chiama "cistite interstiziale", potrebbe essere?
Cordiali saluti
SC

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In queste situazioni di disturbi vescicali protratti, con accertamenti ed obiettività poco suggestivi è sempre opportuyna una valutazione endoscopica, cosa che nella donna può essere effettuata ambulatorialmente in semplice anestesia da contatto. Questa può dare informazioni molto più dettagliate, che si auspica possano preludere ad un approccio terapeutico mirato e non empirico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing