Utente 497XXX
Salve. Sono una donna di 31anni, volevo chiedere info in merito al risultato del mio ultimo pap test nella quale sono risultate:cellule squamose e ghiandolari cervicali con modificazioni reattive. Scarsa quota di esseduto infiammatorio, e citolisi da doderlain. Quando me l'hanno consegnato hanno detto che l'esame era nella norma, ma non mi hanno spiegato alcun che. Cosa significa questo risultato? Lo scorso anno, sempre al medesimo esame, era risultata una modificazione reattiva delle sole cellule squamose non anche cervicali. Qualcosa sta cambiando? Grazie della risposta che spero riceverò.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Partiamo dal presupposto che il risultato del PAPtest è NEGATIVO per cellule displastiche e neoplastiche .
Il riferimento a cellule reattive è probabilmente legato ad una vaginite (?) e ad un eccesso di bacilli di DODERLEIN (vaginite citolitica ) .
Quindi nessuna preoccupazione se lei è asintomatica ( prurito, perdite vaginali , bruciori)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 497XXX

La ringrazio per la risposta per completezza vorrei riferire che, Tempo fa ho eseguito hpv test risultato positivo prima a ceppo 6, poi negativo, e poi positivo al ceppo 31.non posso dire di essere asintomatica, Da anni oramai, presento dolore alla digito pressione, ed ai rapporti con mio marito,(che a volte divengono quasi impossibili) il dolore si localizza nella parte immediatamente sotto l'uretra(da una cistoscopia risultò una leucoplachia del trigono vescicale) dopo i rapporti , a volte mi capita di vedere un po di sangue, non sono mai riuscita a cpaire effettivamente da dove provenga se da un fattore interno o esterno il ginecologo che mi ha vositata dice, che non c'è nulla di anomalo a parte qualche piccola papilletta iperplasica non virale sulle grandi labbra,ma sempre a detta sua non sono quelle a sanguinare..c'è da dire, che utilizzando una crema a base di acido ialuronico all'esterno, la situazione del sanguinamento sembra essere migliorata ma non quella del dolore, che a questo punto non capisco se derivi dalla leucoplachia o d questa sorta di infiammazione che ho. C'è qualche esame che sarebbe consigliabile eseguissi alla luce di quanto esposto? Grazie