Utente 558XXX
salve dottori sono una ragazza di 38 anni.
Da circa 2 mesi ho cominciato ad avere disturbi nella minzione nello specifico aumento stimolo, senso di vescica piena anche dopo minzione, peso vescicale e stimolo che permane dopo minzione e fastidio genitali esterni talvolta bruciore lieve post minzione.
Ho effettuato due urinocolture che sono risultate negative.
Sono stata da un urologo che mi ha fatto una ecografia renale e vescicale dalla quale è risultato tutto nella norma.
Ho effettuato un tampone vaginale per sospetta candida (da parte dell’urologo) ma sono uscita positiva per infezione da Enterococcus Faecalis.
Volevo sapere se questa infezione vaginale è compatibile con i miei disturbi piu che altro urinari.
Il mio urologo mi ha dato ciproxin 500 2 volte al giorno per 6 giorni guardando antibiogramma.
È possibile che questo batterio sia anche a livello dell’uretra?
Grazie per attenzione

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se l'urocoltura non è francamente positiva e non vi è significativa quantità di globuli bianchi nel sedimento urinario è difficile affermare che vi sia in atto una vera infezioione delle basse vie urinarie meritevole di trattamento antibiotico. Il riscontro di batteri intestinali al tampone vaginale è possibile e si accorda in genere con una funzione intestinale non buona e uno squilibrio della flora batterica. Noi siamo sempre molto propensi ad avvalorare il fattore intesinale, per la sua notevolissima influenza sulle basse vie urinarie. A questo punto comunque segua le indicazioni del Collega e ripeta un esame delle urine tra 10-15 giorni. Assuma inoltre fermenti lattici, probiotici, yoghurt e quant'altro possa favorire una buona funzione intestinale, soprattutto durante la terapia antibiotica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 558XXX

La ringrazio per la risposta.
La mia funzionalità intestinale è buona nel senso che sono regolare anche se sono un soggetto molto ansioso e in alcuni periodi ho sofferto di colite.
Il mio dubbio era più che altro se un infezione a livello vaginale può darmi questi tipi di disturbi e spiegare la mia sintomatologia nonostante le urinocolture siano negative.
Le chiedo questo perché non capisco cosa mi provochi questi problemi(mai avuti per altro)e sto andando un po’ in paranoia e ansia e questo mi fa stare peggio!
Grazie

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A distanza e nell’impossibilità di una valutazione diretta non é possibile esprimere giudizi definitivi. Una importante irritazione vaginale può manifestarsi con disturbi simili, vorremmo sentire anche il parere del ginecologo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing