Bolla su glande che non va via

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 26 anni.

Scrivo perchè da qualche mese a questa parte mi è comparsa una sorta di ematoma/bolla sul glande, premetto che soffrivo di fimosi non serrata che nell'ultimo mese si è trasformata in serrata e per questo sono stato operato 2 settimane fa di circoncisione subparziale ed adesso è quasi tutto tutto guarito.

Racconto la mia storia.

Già a dicembre 2019 si era formata una sorta di macchia scura rugosa nella parte destra del glande (come se sotto fosse vuota) a cui non avevo dato molto importanza.

Ad Aprile 2020 mi ritrovo, senza aver fatto nulla, nello stesso posto una macchia rossa mista a delle macchie giallastre, che da ignorante in materia mi era sembrata come una rottura sottocutanea di qualcosa (vaso sanguigno?) .

Questa macchia si estendeva dal lato destro del glande fino a quasi sotto il meato urinario.

Così ho effettuato una visita dall'urologo e lui mi ha diagnosticato 'Edema causato da Fimosi'.

In pratica, secondo lui, a causa della Fimosi durante la masturbazione questa stringeva il glande ed a lungo andare ha causato un ematoma.

Così mi ha prescritto Gentalyn Beta per 7 giorni, ma finita questa cura non ha prodotto nessun risultato.

Così dopo 2 mesi questa si è riassorbita da sola ed è tornata ad essere quella macchia scura.

La cosa strana è che però ogni mattina al risveglio, forse a causa delle erezioni mattutine, me la ritrovavo gonfia (quindi si formava una sorta di testa sul glande) e che si sgonfiava dopo circa 1h dal risveglio.

Aggiungo che quando questa era gonfia ed urinavo, sentivo un certo fastidio al lato sinistro dell'uretra.

L'ho fatta vedere quindi a Luglio 2020 questo gonfiore al medico di famiglia e lui pure attribuiva questo ad un accumulo di liquidi causato dall'anello fimotico.

Adesso arriviamo al mese scorso, dopo una defecazione abbastanza sforzata a causa di un pò di stitichezza mi sono ritrovato nuovamente questa bolla rossa nel glande, identica a quella precedente, che è leggermente gonfia a pene flaccido e piatta a pene in erezione.

Ho quindi effettuato nuovamente una visita dall'urologo che mi ha consigliato la circonsione e dopo vedere se questa portava risultati.

Così di mia spontanea volontà 3 giorni fa, dato che a distanza di 10 giorni la bolla era rimasta immutata. Ho effettuato una visita dal dermatologo che ha diagnosticato un angioma che però, nella mia ignoranza, mi permetto di non esserne tanto convinto dato che pure a lui è sembrato strano che si era riassorbita qualche mese fa e poi è riapparsa di nuovo in seguito ad uno sforzo.

Così mi ha prescritto nuovamente gentalyn per 7 giorni ma ovviamente non ha portato nuovamente a nessun risultato.

Scusate se sono stato lungo, ma ho cercato di rendere più chiaro possibile il quadro clinico.

Detto questo, secondo voi a cosa può essere dovuta questa bolla?
Può essere una lesione all'uretra?

Se possibile, sono disponibile pure ad inoltrare foto della macchia.

Grazie.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Gentile lettore,

purtroppo in presenza di queste situazioni cliniche complesse e particolari, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta mirata e corretta.

Bisogna, a questo punto, consultare o riconsultare in diretta sempre il suo specialista di fiducia.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente un’indicazione precisa.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio