Utente
Salve sono un ragazzo di 33 anni.
Vorrei esporre un problema che mi assale da agosto.
Ho uno stimolo costante di urinare con bruciore e dolore zona glande.
Vado in farmacia mi danno un integratore cistoman.
Va bene fino a novembre dove dopo il covid mi ritorna il problema in forma più violenta.
Mi consigliano di fare urinocoltura con eventuale antibiogramma.
Esito positivo con colonie di proteus mirabilis.
Mi danno la levofloxacina 500 mg che è l'antibiotico più sensibile.
La uso per 10 giorni.
Bruciore lieve ma lo stimolo a urinare e sempre frequente.
Mi potreste aiutare?

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quando sono presenti queste "problematiche urologiche , noi , da questa postazione non possiamo indicarle delle indicazioni terapeutiche mirate ma, oltre alle indicazioni precise terapeutiche, che solo il suo urologo od andrologo le può dare, utile potrebbe seguire anche alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc.;

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7) tenere d'occhio la bilancia;

8) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/