Prostatite batterica

Grazie Dottore.

30/12. Aggiornamento dopo la visita urologica di ieri.
Fatta nuova Ecografia Prostatica Transrettale; notevole miglioramento dell’infiammazione, anche se ancora non del tutto risolta.
Ho ancora un fastidio all’epididmo del testicolo destro.
Fatta nuova raccolta del secreto prostatico da analizzare, nella speranza che dopo i 10 giorni di antibiotico a base di amoxicillina non ci siano piu’ tracce dello streptococco agalactiae; se invece fosse ancora presente l’urologo valutera’ con quale altro antibiotico procedere.
Nel frattempo mi ha prescritto 10 gg di Topster supposte, una al giorno.
La domanda di oggi e’ questa: se l’infezione batterica e’ stata risolta, come mai ho ancora un certo fastidio all’epididmo del testicolo destro?
Ci possono essere alter cause oppure questo sintomo e’ gia’ un segnale che l’infezione batterica e’ ancora presente?
5/1 In attesa di risposta nel frattempo ho ritirato oggi il referto delle analisi del secreto prostatico. Lo streptococco agalactiae non è più presente ma è stato rimpiazzato dall' enterococco faecalis. Questo potrebbe forse spiegare il leggero fastidio che comunque mi è rimasto all'epididmo del testicolo destro. L'urologo in base all'antibiogramma, mi ha prescritto 10gg di Neoduplamox 1g, praticamente lo stesso già preso per lo streptococco a base di amoxiciliina e acido clavulanico. Mi chiedo come mai questo secondo germe non è stato rilevato subito con la prima analisi insieme allo streptococco. Forse è stato rilevato solo il germe presente in maggiore quantità e non anche questo secondo germe? Oppure avrebbero dovuto essere rilevati entrambi subito alla prima analisi? Ho anche letto che questo enterococco può rivelarsi particolarmente resistente agli antibiotici, anche se l'antibiogramma indica che è sensibile. Può essere che il primo ciclo di Augmentin non ha fatto effetto sull'enterococco proprio perchè resistente? Ha senso adesso continuare altri 10gg di antibiotico identico al primo?
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 15.9k 467 2
caro lettore

consigliare trattare una infezione urologica via web è assolutamente impossibile
senta il suo specialista ae cechi di eradicare questi germi
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

Prostatite

La prostatite è un'infiammazione della prostata molto diffusa. Si manifesta con bruciore alla minzione, può essere acuta o cronica: tipologie, cause e cura.

Leggi tutto