Il vino rosso potrebbe giocare un ruolo nell’antidoping del testosterone

Un team guidato dal professor Declan Naughton, dalla Scuola dell'Università di Scienze della Vita, ha scoperto che il vino rosso potrebbe ridurre la quantità di testosterone escreto dal corpo con le urine, alterando quindi i risultati del test antidoping prelevati da campioni di urina.

Il testosterone è un ormone naturalmente presente nell’uomo e in quantità molto minori nella donna. Come sappiamo ha effetti positivi sull’ anabolismo muscolare, aumenta la resistenza e accelerare il recupero psicofisico. Nello sport, chiaramente vi è un divieto di assunzione delle sue formulazioni sintetiche per il solo scopo di aumentare la perfomance.

Anche se il vino rosso non è una sostanza vietata in campo sportivo, il team del professor Naughton lo ha segnalato all'Agenzia mondiale antidoping a causa di un effetto collaterale scoperta di recente di unpotenziale mascheramento della quantità di testosterone nel corpo.

Precedenti ricerche hanno dimostrato l'effetto di alcuni farmaci anti-infiammatori su alcuni enzimi,ha spiegato il professor Naughton. Dal momento che molti di questi farmaci sono derivati ​​da piante, abbiamo deciso di guardare l'effetto che particolari cibi e bevande possono avere sugli enzimi coinvolti nella secrezione del testosterone. Abbiamo scelto il tè verde e vino rosso, perché entrambi hanno una grande varietà di molecole naturali e noi volevamo vedere se possono modificare la quantità di testosterone escreto nelle urine ".

Il team ha scoperto che un composto nel vino rosso, conosciuto come la quercetina, blocca parzialmente l'azione di un enzima chiamato UGT2B17, che sembra essere il responsabile del segnale per l’escrezione del testosterone a carico del rene

E’ stato sottolineato sottolineato che la ricerca era stata finora condotta in via sperimentale e doveva ancora essere testata su esseri umani. "Sarebbe necessario un studio clinico completo per determinare gli effetti sulle persone, ma, se venissero trovati gli stessi risultati, sarebbe la conferma che i composti nel vino rosso possono ridurre la quantità di testosterone nelle urine e dare una spinta a livelli di testosterone" .

L'effetto del vino rosso su un individuo varia a causa di fattori quali il peso, attività sportiva, salute e dieta, rendendo difficile stimare quanto sia necessario per migliorare le prestazioni, il professor Naughton ha detto.

Infatti, il grado alcolico del vino rosso ha un impatto molto lieve poiuchè sono le molecole non alcoliche a inibire la secrezione di testosterone.

Il team ha anche trovato che i risultati sono stati gli stessi per estratto di vino rosso in forma di supplemento. I composti attivi come la quercetina sono presenti in molti alimenti e integratori.

I risultati sono stati pubblicati sulle principali riviste internazionali di Nutrizione. La ricerca segue un precedente studio dal team del professor Naughton, che ha dimostrato che anche il tè verde e nero potrebbero anche inibire la secrezione di testosterone.

 

Bibliografia

Carl Jenkinson, Andrea Petroczi, Declan P Naughton. Red wine and component flavonoids inhibit UGT2B17 in vitro. Nutrition Journal, 2012; 11 (1): 67 DOI: 10.1186/1475-2891-11-67

 

Approfondimenti: