Forse molti consumatori non sanno che alcuni prodotti molto diffusi sulle nostre tavole sono ottenuti con il metodo della separazione meccanica della carne:

le carcasse intere di polli e tacchini vengono pressate e triturate, trattate con decontaminanti, aggiunte a conservanti, emulsionanti e correttori di sapidità e sottoposte poi ad un ciclo ad alta temperatura.

E’ questa in sintesi la catena di produzione (a norma di legge) della carne separata meccanicamente con cui si producono il maggior numero di confezioni di wurstel presenti sul nostro mercato.

Pur trattandosi di alimento spesso gustoso ed economico è bene che il consumatore sappia riconoscere in etichetta questa dicitura per effettuare un acquisto consapevole.

 

Per approfondimenti:

http://www.ilfattoalimentare.it/carne-separata-meccanicamente-regole-poltiglia-ottenuta-spremitura-carcasse-pollo-wurstel.html