Utente 131XXX
Buonasera Dottori, vorrei avere delle risposte alle mie incertezze. Ho letto che la fellatio è più rischiosa per chi la pratica che per chi la riceve, poi soprattutto con il preservativo non ci dovrebbero essere rischi per entrambi, credo. la cosa che vorrei sapere è quanto vive il virus dell'hiv all'interno del preservativo. Ho avuto rapporto con una ragazza e lei mi ha infilato il preservativo e ho avuto la sensazione che non fosse nuovo, forse mi sbaglio. Comunque nel caso fosse stato gia utilizzato io avrei corso dei rischi? nel preservativo, almeno a vederlo non sembrava ci fossero segni di sperma o sangue. Sembrerà una domanda formulata male ma davvero spero di avere una risposta. grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
prima di rispondere alle sue domande premetto che l'uso di un preservativo usato è un comportamento ad alto rischio indipendentemente da presenza di tracce visibili di materiale organico o dalla resistenza del virus HIV all'esterno (peraltro breve).
La fellatio è da considerarsi a rischio soprattutto per chi la pratica piuttosto che per i soggetti passivi.
L'uso "corretto" del preservativo riduce moltissimo ogni rischio di contagio.

Spero di essere stato d'aiuto
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore, mi spiace davvero tanto per quello che ho fatto. Ma vorrei anche sapere se nel caso descritto il rischio è alto. se il preservativo fosse stato usato circa 30 minuti prima, il virus(eventualmente ci fosse) sarebbe ancora attivo? una volta avevo letto di contatto indiretto e in momenti diversi, non rientro in questa situazione? ma il test nat è davvero attendibile dopo meno di un mese? dottore mi scuso con lei e con tutti i medici per il tempo che vi sottraggo ma ho paura per un attimo di irresponsabilità. grazie dottore
[#3] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
credo che il problema sia chiarire se il suo patner era realmente a rischio ( rapporto mercenario, tossicodipendente) e se il preservativo era realmente usato. Il contatto indiretto con la mucosa non lesionata non comprta di per se' alto rischio di infezione anche se il virus HIV può sopravvivere all'interno di un preservativo decine di minuti.
Per quanto riguarda il test, consiglio senza dubbio di effettuare un test in ospedale ( anonimo e sicuro).
Il test utilizzato per screening si chiama "Elisa" ed ha un'elevata attendibilità.


Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
grazie ancora dottore, le chiedo le ultime cose; il rapporto era a pagamento quindi sicuramente rischioso. Non sono certo che il preservativo fosse usato e comunque levandolo la sacca che contiene lo sperma era integra e a occhio nudo mi sembrava integro anche il resto. cmq la fellatio ricevuta ho letto che ha basse probabilità di trasmettere il virus. inoltre una barriera (preservativo) l'avevo. dottore mi scusi la cosa che non capisco e quando mi parla di decine di minuti, sono 10, 20, 30. avevo letto che dopo pochissimi minuti il virus non ha più la carica per infettare l'organismo, lo dicono anche al telefono verde del ministero, addirittura parlano di pochi secondi. Certamente effettuerò il test fino a 100 giorni, ma secondo lei personalmente, considerando la dinamica ho rischiato davvero tanto se il preservativo fosse stato usato 20 minuti prima? grazie mille dottore per tutto
[#5] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
probabilmente sono stato poco chiaro,
il tipo di rapporto che ha avuto è a rischio pressocchè nullo ( fellatio passiva con protezione).
Il problema riguarda l'uso di un preservativo usato da qualcun'altro ( non il contatto con la sua patner verso la quale era protetto).
Il virus HIV resiste pochi secondi alla luce solare ma può sopravvivere anche a lungo (circa 15 minuti in media) in un ambiente protetto come un preservativo in un luogo non esposto agli agenti atmosferici.
In ogni caso il tipo di contatto (indiretto) rende il rischio molto basso.
Personalmente credo poco verosimile che il preservativo fosse stato appena usato in precedenza ( non è ne' logico ne' pratico).
Resta il fatto che un test anti HIV leverebbe ogni dubbio.

Cordiali Saluti
[#6] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie di tutto dottore, farò il test. ma con la tecnica nat usata per le trasfusioni dopo quanto tempo è attendibile il risultato? I centri privati usano questa tecnica? l'ultima cosa, il mio contatto è indiretto e se poi ci fosse stato dello sperma ma ormai secco il rischio dovrebbe essere minimo, me lo conferma? comunque davvero grazie, aspetterò i risultati con pazienza e speranza. grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
basta un semplice test HIV eseguito in hun centro pubblico o privato purchè convenzionato.
Dopo tre mesi dal rapporto a rischio non esistono dubbi sull'esito.

Cordiali Saluti
[#8] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore, sto aspettando i 100 giorni per fare il test e sono anche abbastanza tranquillo. Più ci penso e più mi sembra irreale che sia stato utilizzato 1 preservativo usato. Negli ultimi giorni, però, ho notato alcuni puntini rossi sul dorso delle mani. Durano meno di un ora e poi spariscono. Oppure un pò di arrossamento che sparisce dopo poco. ho letto che esiste il rush cutaneo da sieroconversione, secondo lei? però considerando il contatto indiretto, in tempi diversi e senza avere la certezza che fosse usato sono fiducioso. Grazie
[#9] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
da quello che mi dice l'ipotesi di un rash cutaneo è poco verosimile.
Le lesioni della cute interessano in questi casi il torace ed il volto, in misura minore il tronco, arti o palmo delle mani. Un arrossamnto isolato del dorso non corrisponde a questo tipo di fenomeni patologici.

Cordiali Saluti
[#10] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore, ancora grazie per le risposte. Forse mi sono spiegato male o non ho capito bene la sua risposta. Le macchie escono sulle mani, ma non il palmo ma dietro le mani, non so come si chiama, penso dorso delle mani. Cmq durano veramente poco, mezz'ora al massimo poi vanno via. Pensandoci bene anche prima del rapporto a rischio mi erano uscite. Ma facendo 1 test a 70 giorni che attendibilità ha il test? ma secondo la sua esperienza devo preoccuparmi davvero per un contatto del genere? il test ugualmente lo farò ma ovunque leggo si parla di contatti indiretti non rischiosi, qualcuno mi ha detto che non ho corso rischi. Io voglio solo dimenticare tutto e imparare dagli errori anche se almeno i miei rapporti sono sempre protetti. Grazie dottore
[#11] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
fermo restando che il rischio di contagio è pressocchè nullo ed un test a 70 gg è più che affidabile, le lesioni che lei descrive sula parte postriore delle mani (dorso) non mi sembrano compatibili con quello che noi definiamo rush cutaneo.

Cordiali Saluti
[#12] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Ancora grazie dottore. Continuo ad essere tranquillo e fiducioso per il test, però qualcosa sta succedendo. Non ho più l'appettito di prima (comunque mangio)e mi continuano ad uscire macchie un pò ovunque. Sui polsi mi escono delle macchioline rosse, che vengono e passano da sole e durano da mezz'ora ad 1 giorno. Ho degli arrossamenti, braccia e petto che passano dopo poco e non sempre provocano prurito. Se passo la mano tra i capelli sento delle bollicine, sembrano brufoletti. Inoltre è da 1 mese che ho 1 brufoletto sotto il labbro inferiore che non va via neanche con le creme. Stamattina sotto il palato mi è uscita una bollicina. Non so cosa pensare, vorrei stare tranquillo però inizio ad avere dubbi. Mi dica qualcosa lei dottore... Grazie mille
[#13] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Ah dottore inoltre h notato che nell'interno coscia, poco sotto il linguine ho molti brufoletti da almeno 2 mesi. Io non sono nel panico, considerando la dinamica dei fatti non mi lascio prendere dallo sconforto e spero ci sia 1 altra spiegazione.
[#14] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Ci sono senz'altro altre spiegazioni.
Questi disturbi possono essere dovuti a motli fattori anche non correlati fra loro.
Anche se non ho modo di visitarla temo che la suggestione possa giocare brutti scherzi.
Cerchi di non darci troppo peso...


Cordiali Saluti
[#15] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore, io continuo ad essere veramente fiducioso nonostante tutto. ho rischiato qualcosa ma mi sono anche documentato senza farmi prendere dallo sconforto di tutte le cose scritte su internet. Dottore lei mi ha scritto che il rischio è nullo quindi in teoria non ci sono nemmeno gli estremi per sottopormi al test? io ugualmente lo farò perchè voglio chiudere questa brutta storia. ma anche per futuro i contatti indiretti (come il mio caso) non sono rischiosi? magari quel preservativo era nuovo quindi mi sto preoccupando inutilmente, ma i pochi resudui che eventualmete ci potevano essere, considerando che erano passati almeno 10/15 minuti potevano ancora avere potere infettante? è solo curiosità...le macchie e i brufoletti sul corpo(da 2 mesi) che spiegazione possono avere? grazie dotttore e scusi se le scrivo continuamente ma è davvero importante poter contare sul parere di 1 esperto, e poi manca solo 1 mese ai 100 giorni e quindi 1 filo di ansia cresce. Grazie dottore e buona giornata