Utente 150XXX
egregi dottori,
sono una donna di 57 anni da poco più di un mese operata di carcinoma duttale alla mammella sx, con un intervento conservativo visto le dimensioni relativamente piccole della lesione. adesso verrò sottoposta alla radioterapia e alla cura ormonale con tamoxilene... mentre i medici hanno deciso di non effettuare la chemio... io sono una persona che ha sempre posto grande fiducia nell'omeopatia e nei vecchi rimedi naturali della "nonna"... certo in questo caso la situazione è diversa ma quello che mi chiedo è se vi è la possibiltà di utilizzare qualcosa di naturale per aumentare le difese immunitarie del mio fisico per diminuire la possibilità di recidive... ho sentito parlare di fermenti lattici o di sostanze altamente antiossidanti come il succo di melograna... mentre a una mia conoscente operata anni fà era stato consigliato di fare a giorni alterni degli impacchi di olio di ricino su entrambe le mammelle al fine di aumentare le difese immunitarie dei tessuti e togliere eventuali infimmazioni.. ho provato ad accennarlo agli oncologi ma mi hanno risposto che non è scientificamente dimostrato.. voi cosa mi dite?? sono veramente tutte fantasie inutili o possono in qualche modo essere dei rimedi alleati della mia salute?? vi ringrazio fin d'ora per la vostra disponibilità...
[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
sempre più persone decidono di affiancare la medicina non convenzionale alle terapie tradizionali, anche in casi come il suo e questo sicuramente costituisce un aiuto in più per il paziente. Non esistono però rimedi miracolosi che vadano bene per tutti, lei potrà avere con molta probabilità dei benefici con l'omeopatia solo affidandosi ad un medico competente che la segua nel tempo e le indichi delle cure personalizzate a seconda dei suoi sintomi peculiari, sia fisici che mentali.

Cordiali saluti