Utente 142XXX
Buonasera,
sono un uomo di 30 anni e da circa 5 sto cercando, di risolvere alcuni problemi che mi stanno fortemente condizionando la vita. Con la speranza che qualcuno possa indirizzarmi nella giusta direzione.
5 anni fa:
praticavo piscina circa 3 volte a settimana(45min intensi) e saltuariamente anche un pò di palestra.
i primi problemi iniziano al termine delle sedute di piscina con la comparsa di forti vertigini (per infilare le ciabatte dovevo appoggiarmi al muro) più intense quando allenavo le gambe, della durata di circa una mezz'ora.
Successivamente le vertigini hanno iniziato a manifestarsi anche in altre situazioni soprattutto di stress sia fisico (sforzi) che psicologici (durante una accesa discussione); naturalmente un pò spaventato e dietro consiglio medico, ho smesso tutte le attività fisiche e ho iniziato a fare tutta una serie di esami che ad oggi non hanno portato a niente.
Negli anni successivi si sono aggiunti molti altri sintomi: mal di testa frequenti, spossatezza, problemi erettili sia durante l'atto che durante la masturbazione, dolori alle gambe già dal mattino e acufeni, testa pesante, lentezza nei riflessi soprattutto alla guida, intolleranza alle forti luci o ai forti rumori; inoltre negli ultimi 2 anni le vertigini e il senso di testa pesante si sono praticamente "cronicizzate" e in certi giorni sono presenti anche durante tutta la giornata. Credo non debba aggiungere niente sul disagio che mi crea questa mia situazione. Ecco gli esami fatti che non sono risultati del tutto negativi:

Valori alti di Lipoproteina(a) 748 mg/L
Valori alti di Omocisteina
Leggera rettificazione del tratto cervicale
Leggera Pervietà del forame Ovale

Ma quella che ha dato adito a più interpretazioni è stata la RMN encefalo, che recita così:
"In corrispondenza della giunzione cortico-sottocorticale, sostanza bianca profonda del centro semiovale, prevalentemente in sede frontalee in entrambi gli emisferi, sono presenti multiple numerose immagini di iperintensità nelle sequenze tardive, di incerto significato."
Esclusa la SM con esame del liquor e potenziali evocati negativo.

Non ho avuto malattie importanti, mi ammalo raramente (1 volta ogni due o tre anni), e in passato ci sono stati due episodi in cui per un breve periodo, la mia situazione è migliorata in maniera significativa:

Con l'assunzione per circa una decina di giorni, di una compressa di Naproxene sodico sono stato decisamente meglio per altrettanti giorni.

Stessa cosa a seguito di una cura simile fatta con un antibiotico, dopo essemi fatto togliere un neo dal dermatologo.

Prima di quest'anno sono stato curato solo con antidepressivi e ansiolitici con scarsi risultati.

Da venti giorni sono in cura per gli acufeni e le vertigini con 18 goccie di Cynazin, insieme con il fatto di aver smesso di fumare le cose sono leggermente migliorate, le vertigini sono tornate ad un livello di sporadicità, ma ancora invalidanti. Migliorata anche la attività sessuale, il resto dei sintomi per
[#1] dopo  
Dr. Santo Cerfeda
24% attività
0% attualità
12% socialità
()
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2002
Egregio signore

Non sono in grado di risponderle.
Le consiglio, comunque, di ripostare questa domanda nella sezione "Neurologia", dandole un'altro titolo per migliorarne la visibilità ai medici.
La saluto cordialmente