Utente 188XXX
Salve a tutti i Dottori!! E' la prima volta che scrivo qui; procedo subito a descrivere il problema:
ho quasi 23 anni e dall'età di 7 vengo "curato" per S. di Alport, la mia creatinina si aggira intorno ai livelli di 2-2,5 (peso corporeo tra 86-90 chili altezza 1.84). Da diversi anni (non ricordo bene l'inizio, ma è stato verso i 16-17 anni) hanno iniziato a tremarmi le dita delle mani, specialmente indice e pollice, molto raramente le altre tre, facendolo presente al mio nefrologo allora mi disse che era un problema di stress-ansia dovuto alla scuola ecc... Ora però questi tremori si fanno più accentuati tanto che a volte mi viene difficile compiere dei movimenti fini e delicati con le dita (premetto che ho fatto classica al pianoforte per 8 anni, quindi le mie dita sono molto sviluppate in quel senso). Noto questi tremori soprattutto quando le dita sono estese o completamente rilassate, avverto uno scatto sul dorso delle falangi uguale a quello che si ha quando viene testato il riflesso al ginocchio, ma circa 4-5 volte al secondo e continuamente, finchè non cambio posizione o fletto tutti i muscoli della mano (come se stessi per graffiare o formando un pugno ben saldo).
Gli ultimi due esami del sangue hanno mostrato livelli di sodio normali (135), mentre potassio e fosforo sono leggermente più alti (6.0 l'uno e 5,1-5,7 l'altro), non ho effettuato magniesiemia. Negli ultimi due anni la proteinuria si aggira intorno ai 2 grammi/24h sebbene circa una volta l'anno abbia un picco tra 8 e 11 che improvvisamente si abbassa l'esame dopo, per fortuna.

Premetto che la mia terapia ora consiste di: Triatec, Zyloric, Seacor, Lortaan, Aldactone, Peptazol, Mircera, Ferrocomplex, Colecalciferolo, Torvast. Tuttavia solo i primi quattro sono rimasti costanti da quando è iniziato il sintomo.

Secondo voi questi tremori possono essere associati alla mia patologia, causa di qualche squilibrio di elettroliti? In tal caso, è risolvibile prendendo degli integratori o non posso farci niente?

Grazie mille!
Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Salve,

credo che potassiemia e fosforemia debbano essere normalizzate. Un deficit di magnesio è raro nell'IRC. Prima si normalizzino le alterazioni che lei descrive. Se la sintomatlogia persistesse, potrebbe essere il caso di consultare un neurologo.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Salve, non so quanto sia possibile normalizzare la potassiemia soprattutto, l'assunzione dell'aldactone blocca in parte la sua eliminazione ed eliminare l'aldactone (ci abbiamo già provato) porta ad un aumento della proteinuria significativo
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Caro Signore,
le possibilità per normalizzare la potassiemia esistono, anche continuando a prendere lo spironolattone (che peraltro lei assume con Triatec e Lortaan: tutti e tre aumentano il potassio).

Esistono delle misure dietetiche e delle misure farmacologiche. Sono certo che il suo nefrologo saprà indirizzarla. Idem per la fosforemia (che tra l'altro sarà da valutare alla luce della calcemia e del PTH).

Saluti