Utente 124XXX
Salve

Ho 20 anni e sono affetto da miopia da circa 8-9 anni. A ottobre devo sottopormi a un intervento correttivo per correggere il mio problema ( - 4.5 a sinistra e - 3.75 a destra).
Il problema per quanto mi riguarda è che non so ancora che tipo intervento dovrò affrontare, prk o lasik (o altri che non conosco) perchè la normativa ministeriale non consente uno dei 2. Io non trovo questo decreto ministeriale, per cui mi rivolgo a qualcuno di voi che magari è medico militare o conosce le ultime "news" su questa dannata legge, in quanto non vorrei essere escluso definitivamente come volontario per una sciocchezza del genere.

Ringrazio anticipatamente

Distinti Saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La Lasik è attualmente la tecnica da preferire in assoluto se le condizioni del suo occhio lo permettono.
Questa tecnica, però, può essere più facilmente riconosciuta ad un attento esame alla lampada a fessura rispetto alla PRK.

Per l'idoneità nelle forze armate, comunque, è ammessa la PRK per rientrare nella categoria 2AV-OC
Con la Lasik si rientra nelle categorie 3-4AV-OC

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
quindi in teoria sono ammesse entrambe, ma è meglio la prk perchè è più difficilmente visibile e perchè si rientrerebbe in una categoria migliore. Ho capito bene?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Si
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi avrei delle novità...ho fatto tutte le analisi per fare la prk, ma è risultato che avrei un cheratocono "molto blando" all'occhio dx in zona non visiva. Per questo motivo mi è stato sconsigliato l'intervento sia a dx che a sx perchè secondo il mio medico, nonostante all'occhio sx non risulti niente, il cheratocono non si presenta mai in forma singola ma bilaterale. Mi è stato suggerito ,quindi, di sottopormi a un intervento con "anelli intrastromali" o qualcosa del genere...è chiaro che lo farei qualora la normativa lo permettesse. E' possibile fare quest' intervento secondo il bando?
[#5] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Per un cheratocono molto blando converrebbe effettuare prima un Cross Linking Corneale, meno invasivo, per stabilizzarlo e, successivamente un anello intrastromale per ridurre la miopia.

Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio dottore!