Utente 201XXX
Salve,vi scrivo per riportarvi il caso di mio padre,59 anni,da un pò di tempo accusa un forte prurito tra le dita dei piedi.
Da un paio di mesi sono comparse nell'interdito dei piedi delle ferite,alcune profonde,simili a spaccature,alcune con comparse di sangue,come se il dito subisse una specie di erosione,lacerazione.
All'inizio pensavamo si trattasse di micosi,e su consiglio del medico di famiglia,mio padre si è sottoposto ad esami microbiologici e sierologici.
L'esame colturale ha dato il seguente risultato: Positivo al Germe identificato della Pseudomonas Aeruginosa, Coltura GRAM +:Negativa;
Es. Microscopico: Cellule uroteliali: Discrete (++),Flora batterica (Col.Gram): presente Gram - ; Polimormonucleati: Presenti (+).
All'esame Colturale Miceti, il risultato è stato negativo,ma il dottore delle analisi ha detto che,pur essendo risultati negativi,devono stare sotto osservazione per circa un mese,la coltura viene proseguita fino a 30 giorni.
Le stesse ferite,anche se meno profonde e meno estese,sono comparse alle mani e si ritiene che siano causate dallo stesso batterio.
Ora volevo sapere una cosa fondamentale:
1)se questo tipo di batterio è pericoloso e se è contagioso,dato che io e mia madre viviamo quotidianamente a stretto contatto con mio padre,e come si contrae il contagio?
2) Ed inoltre volevo sapere quale tipo di terapia deve seguire mio padre per eliminarlo definitivamente.
3) Dobbiamo rivolgerci ad un dermatologo o è sufficiente il consulto dal medico di famiglia?
Vi ringrazio immensamente per la vostra eventuale risposta.
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente solo adesso vedo la sua richiesta e nella speranza che una terapia antibiotica mirata in base all'antibiogramma associato all'esame colturale effettuato,siastata iniziata volevo chiederle se suo padre soffre di patologie come il diabete o a carattere debilitante o insufficienza venosa degli arti inferiori
Cari saluti