Utente 255XXX
Salve, ho ritirati gli esami di laboratori, che eseguo per controllo periodicamente in quanto sottoposto a NEC. Di seguito riporto i valori:
CREATININEMIA 0,61 mg/dl (v.n. 0,70 - 1,20)
VGF (Cockcroft-Gault): 326.4117ml/min
URICEMIA 7,1 mg/dL (v.n. 3,40 - 7)
SODIO 137 mEq/L (v.n. 136 - 145)
POTASSIO 4,1 mEq/L (v.n. 3,50 - 5,10)
TRANSAMINASI (AST/GOT) 21 U/L (v.n. Inf. a 41)
TRANSAMINASI (ALT/GPT) 30 U/L (v.n. Inf. a 41)
AMILASI 55 U/L (v.n. 28 - 100)
LIPASI 28 U/L (v.n. 13 - 60)
Emocromo tutto nella norma.
Vorrei capire, perchè il laboratorio sostiene che forse è meglio interrompere la dieta proteica, gli esami indicano danno renale? La creatinina più bassa è un problema?
Aspetto presto una vostra risposta.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Salve,
non è chiaro se lei abbia eseguito o meno anche la raccolta delle 24 ore, necessaria per stimare la VFG mediante la clearance della creatinina.
I dati a disposizione sembrerebbero suggerire che la dieta proteica faccia "iperfunzionare" il rene. Di per sè questo non è patologico, ma non abbiamo grandi dati a disposizione che consentano di predire se in futuro questo potrà comportare problemi renali.
Nell'animale da esperimento, questa condizione, se mantenuta a lungo, produce danni renali (proteinuria e insufficienza renale cronica).
Non entro nel merito della dieta chetogenica, di cui risponde professionalmente ed eticamente il suo prescrittore.
Le basti sapere che le maggiori società scientifiche che si occupano di obesità e nutrizione sono molto critiche:
http://www.sio-obesita.org/documenti/sio_306.pdf

saluti