Login | Registrati | Recupera password
0/0

Integrazione l-glicina per regolarizzare il sonno

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008

    Integrazione l-glicina per regolarizzare il sonno

    Buongiorno, il mio bambino di 13 mesi da diversi mesi a questa parte si sveglia di notte urlando e piangendo inconsolabilmente.
    Sappiamo bene essere un disturbo comune a molti bimbi della sua età, ma sono episodi di una certa violenza, che causano ovviamente un disturbo a lui che riposa male e anche a noi.
    Così abbiamo deciso di chiedere consulto alla pediatra che gli ha prescritto delle bustine di AlfAzepin da prendere mezz'ora prima di andare a letto.
    Devo dire che dopo una decina di giorni la situazione è migliorata, ma ho letto che si tratta di un integratore di L_GLICINA e mi chiedevo se può avere effetti collaterali e se è opportuno somministrarlo a un bambino così piccolo.
    Insomma piuttosto che rischiare altri problemi preferiamo non dormire la notte!

    Grazie e cordiali saluti



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 131 Medico specialista in: Pediatria

    Risponde dal
    2011
    Gentile signore

    i disturbi del sonno nei bambini di circa un anno sono spesso dovuti a stati psicologici.Prima di somministrare farmaci,che comunque comportano effetti indesiderati,come ad es. nel suo caso : aumento della secrezione acida gastrica,disturbi del metabolismo specie degli zuccheri,le consiglio di provare con un approccio comportamentale affettivo .Prima dell'addormentamento e fino a che il bimbo non si è addormentato è bene stargli vicino ,stringergli la manina .Tenere nella stanza una luce soffusa,evitare i rumori specie quelli improvvisi,non eccitarlo molto nel gioco prima che si addormenti.Può risultare utile tenere la culla nella camera da letto dei genitori
    cordiali saluti


    Dr. Gaetano Pinto

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2008
    Gentile Dr. Pinto
    la ringrazio per la sua cortese e rapida risposta.
    Effettivamente il modo in cui mio figlio si sveglia, la sua agitazione, il pianto così forte e incosolabile, il fatto che non voglia nemmeno essere preso in braccio, rifiuti il ciuccio, ecc. ci ha fatto pensare a un problema di origine psicologica, a una paura o a incubi.
    Abbiamo progressivamente escluso ogni problema fisico come le coliche o i dentini o la fame. L'ambiente famigliare direi che è piuttosto tranquillo, certo c'è un fratellino più grande che sicuramente un po' lo innervosisce e che inevitabilmente (per quanto ci sforziamo) toglie un pochino di attenzioni.
    Inizialmente la pediatra ci consigliò di abituarlo ad addormentarsi da solo senza la nostra presenza (la cosa mi sembra un po' in contrasto con ciò che lei ci suggerisce nella sua risposta). Questo perchè secondo lei se il bambino è abituato ad addormentarsi in braccio o comunque alla presenza di un genitore quando si risveglia la notte non è capace di riaddormentarsi da solo e quindi pretende di nuovo la presenza del genitore. Abbiamo ascoltato questo consiglio e adesso il piccolo si addormenta nel suo lettino da solo senza piangere, sembra proprio tranquillo, ma dopo 4-5 ore iniziano i risvegli.
    Come può immaginare prima di somministrare farmaci abbiamo provato diverse soluzioni, per ora senza successo. Fermo restando che risolvere il problema senza l'uso di farmaci sarebbe meglio anche per noi, quello che ci chiediamo adesso è proprio se vale la pena utilizzare questo farmaco o se il rapporto tra rischi e benefici lo rende sconveniente.

    Cordiali saluti



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 131 Medico specialista in: Pediatria

    Risponde dal
    2011
    gentile signore,provi ad attuare i consigli che le ho dato.Certamente i vantaggi non si possono avere in brevissimo tempo.Se può evitare i farmaci è meglio
    saluti


    Dr. Gaetano Pinto

Discussioni Simili

  1. Problemi del sonno
    in Pediatria
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 26/06/2012, 17:54
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12/06/2012, 13:30
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 10/05/2012, 12:38
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/05/2012, 22:31
  5. Problema latte materno
    in Pediatria
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21/09/2012, 14:50
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896