Utente 267XXX
buongiorno.circa una settimana fa quando mi svegliai e andai in bagno x fare pipì mi sono accorto che il pene era un pò storto lo guardai per un attimo e non diedi tanto importanza al fatto ma dopo due giorni notai che era ancora più storto in erezione nel senso che al posto di essere dritto era verso sinistra,intanto aspettavo una visita urologica che mi prescrisse il dr. Non sentito dolore ne niente solo quella cosa. La cosa mi aveva spinto a guardarmi e palparmi per capire se c'era dolore o qualcosa non tolleravo la cosa. Un giorno però ho provato a spostarlo verso destra quando era in erezione all'inizio sembrava che si raddrizzava dopo un pò ho provato ancora a sportarlo di più di prima e ho sentito un piccolo crack ero da solo e c'era silenzio.il giorno dopo mi sono svegliato con dolore al testicolo sx e nella zona inguinale esattamente sotto il tubercolo del pube e inoltre ho tutta la parte sinistra del pene sensibile e in questi ultimi giorni il dolore si irradiato fino ai fianchi,da come mi sento non sarei più in grado avere rapporti perché quando è in erezione mi fa male la parte del crack Questa è la mia ignoranza. Avete idea di cosa mi è successo da quel crack? Aiuto..
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Genitle utente,

purtroppo bisogna verificare con apposita visita ed eventualmente con ecografia se si sono create delle lesioni interne all'organo. Comunque è pratica erratissima tentare di mettere in asse un pene curvo esercitando un controtrazione. Senta quanto prima un esperto andrologo portando magari in visione autofotografie del pene in erezione eseguite in varie proiezioni in modo tale da poter meglio valutare la situazione.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
32% attività +32
20 attualità +20
16 socialità +16
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

E' sicuramnte necessario come giustamenteriferito dal collega che mi ha preceduto fare una ecografia dinamica peniena che valuta l'entita' del suo traumatismo e solo in quel momento sara' possibile fare una diagnosi e quindi proporle una terapia.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
grazie per le risposte... magari mi sono piegato male, nel senso che la rottura non è stato del pene in quanto era storto alla base e non nella parte dei corpi cavernosi.è nella parte inguinale dove sta il tubercolo del pube che sento dolore e la sensazione che si fosse staccato o rotto qualcosa specie legamento nn saprei è per questo che vi chiedo se avete idea di cosa possa essere.devo rivolgermi lo stesso a un andrologo o un altro specialista? Ringrazio per l'attenzione.
[#4] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Le "radici" del pene si spignono al di sotto del pube: quindi confermato quanto sopra esposto anche dal collega. Si rivolga comunque ad un andrologo.
[#5] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
sono in attesa della visita dall'andrologo .intanto vi chiedo gentilmente se avete dei link in cui è rappresentato il pene con le sue radici. saluti
[#6] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Basta ricercare su un motore di ricerca anatomia del pene per visionare i rapporti delle parti terminali del pene definite "crura"
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html.

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
buongiorno gentili dottori. Sono stato da un andrologo a cui ho spiegato il mio terribile fatto. La prima volta mi ha visitato e mi ha dato da fare un eco peniena e testicolare risultati buoni che le ho riportato al controllo durante il controllo mi ha detto che il problema sono i legamenti e che il caso non era adatto a lui e ha consigliato di rivolgermi a chirurghi con i documenti che mi lasciato insieme a una rmn con scritto rmn legamenti e muscolo sosp. Pene con il quale ho girato tre ospedali a brescia che purtroppo non la eseguono e adex devo arrivare fino a milano. Devo dire che mi è stato molto di aiuto perché mi trovato la causa che mi stortava il pene in erezione che sto curando con successo. Dunque se ho la rmn che conferma la diagnosi ho possibilità di sistemare il danno??
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La possibile indicazione ad una chirurgia dipende dalla entità della curvatura e dai problemi che essa determina durante l'atto sessuale, per il resto a tutto c'è un rimedio.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua le indicazioni diagnostiche ricevute anche se mi sembrano un pò esagerate.

Una RMN di solito la si fa quando si sospetta un problema anatomico importante, ad esempio post-trauma.

Per avere indicazioni sulla successiva indicazione terapeutica, le consiglio di riconsultare l'articolo già segnalato:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227/quando-il-pene-e-curvo-

Un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
PRIMA VISITA UROLOGICA/ANDROLOGICA 25/09/12: esiti di trauma penieno. circa un mese fa trauma autoprodotto nel tentativo di raddrizzare il pene che in erezione si incurvava a sinistra. Da allora riferisce algie a livello del canale inguinale sx con erezione dolorosa e difficile da tenere a lungo.allega 02/08/12 eco muscolotendinea sx nn ernie inguinoscrotali né alterazioni tessuti molli. E.O: addome trattabile. G.E:didimi e epididimi nella norma non idrocele né varicocele non placche pene. rivalutazione con eco testicolare e peniena.si Consiglia: riposo. VISITA UROLOGICA/ANDROLOGICA CONTROLLO(04/10/12 esiti di trauma penieno. Riferisce erezione conservata ma dolorosa lamenta persistenza di algie inguinali sx già eseguito eco muscolotendinea sx senza evidenziare ernie né alterazione tessuti molli allega 05/10/12 ECO testicolare: non lesioni focali non idrocele né varicocele bilaterale ECO pene: corpi cavernosi simmetrici e di norma morfologia indenne da lesioni E.o:invariato non patologie urologiche in atto utile visita chirurgica.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene , il quadro non sembra particolarmente drammatico.

Segua ora le indicazioni ricevute e faccia i successi controlli che le saranno proposti dal suo andrologo.

Ancora cordiali saluti.
[#13] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
salve. Mi è stato diagnosticato tramite una rmn la rottura della radice del pene sx dal trauma che ho subbito. In pratica mi si è staccato dalla parte inguinale. A chi mi devo rivolgere x farmi sistemare il danno e se si può sopratutto. Grazie.
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutto dipende dal tipo di rottura che si è determinata.

Ora risenta il suo urologo in diretta, sarà lui, dopo attenta valutazione clinica, che, se necessario, le indicherà la strada terapeutica corretta da seguire.

Ancora cordiali saluti.
[#15] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
dr. Beretta e dr. Scalese non sò come ringraziarvi per le tempestive e utilissime risposte. Mi sta dicendo che non si può risolvere il problema con un semplice intervento chirurgico come pensavo?
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

io le sto semplicemente dicendo che solo il suo urologo, dopo attenta valutazione diretta del suo problema clinico, potrà indicarle la strategia terapeutica corretta, compreso un eventuale intervento chirurgico.

Cordiali saluti.
[#17] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Bisogna verificare essenzialmente se è un problema che necessita di correzione o meno.
[#18] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
CAPISCO. Vi RINGRAZIO MOLTO
[#19] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prego! Anche a nome del collega.