Utente 111XXX
Buongiorno,
sono maschio ed ho 44 anni, peso 79 kg per 181 cm di altezza, ho una corporatura abbastanza proporzionata, non sono fumatore a pratico attività sportiva (corsa). Recentemente mi sono sottoposto ad analisi del sangue di routine e, fra i valori riscontrati, ho notato un asterisco vicino al valore della glicemia (106), valore che dovrebbe essere compreso fra 65 e 105.
E' uno scarto trascurabile?
Ci sarebbero o meno alcune azioni da dover intraprendere?

Grazie.
Cordialità

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di un'alterata glicemia a digiuno, seppur al di sotto dei valori che farebbero pensare al diabete.

Tale riscontro non va sottovalutato.
Le consiglio una dieta più attenta,
evitando eccessi calorici, più ricca di fibre (verdure) e più povera di grassi saturi e carboidrati.
Abolire il fumo (se fumatore) e pensare ad una maggiore attività fisica, tanto più importante quanto più si è in sovrappeso.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Non sono fumatore ed il mio peso è nella norma.
Da cosa potrebbe dipendere "un'alterata glicemia a digiuno"?
Ritiene che tale valore meriti di essere controllato nel tempo ed approfondito con ulteriori accertamenti?
Secondo Lei l'avvertire spesso sete con secchezza delle fauci accompagnato da un'eccessiva minzione, anche nelle ore notturne, potrebbe essere messa in relazione con tale valore alterato?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si tratta di fenomeni dismetabolici che vanno controllati e verificati nel tempo.

Per la seconda domanda escluderei responsabilità "glicemiche".

Cordiali Saluti