Utente 650XXX
Salve

Scrivo per ricevere una consulenza online, e per chiarirmi le idee prima di affrontare
una eventuale (e a questo punto credo necessaria...) visita da uno specialista.

Sono un uomo, ho 26 anni e il problema che illustrerò è iniziato circa 10 mesi fa.
LA zona interessata sono i genitali ed in particolar modo il glande-prepuzio

Premesso che non sono circoinciso ed ho sempre avuto problemi (sin dall'adolescenza)
durante l'erezione, in quanto non riuscivo e non riesco a scoprire completamente il glande.
Aggiungo che ho ancora il frenulo.

Dieci mesi fa ho avuto un rapporto completo con la mia attuale compagna e giorni dopo ho
riscontrato dei piccoli tagli sul prepuzio lato sinistro.

I sopraccitati tagli sono scomparsi senza alcuna cura, ma dopo pochi giorni sono apparse
delle placche biancastre sul prepuzio stesso, che ho tutt'ora. Le placche risultano dure
al tatto e cicatrizzate sul prepuzio stesso.

A distanza di mesi le placche di cui sopra sembra stiano "aggredendo" anche la base del glande.
(in quanto riesco ad effettuare un'ispezione visiva senza problemi poiché riesco a scoprire
il glande completamente, ma solo quanto il pene non è eretto)

Aggiungo che: non ho bruciori né secrezioni purulente né fastidi durante la minzione... solamente
durante l'eiaculazione avverto un leggero bruciore.

Escluderei una malattia venerea in quanto la mia compagna ha effettuato un pap test
con esito negativo per agenti virali.


Immagino che diagnosticare a distanza sia alquanto arduo, ma Cosa potrebbe essere?!
Quale è l'iter da seguire?! Debbo recarmi da un urologo, dermatologo o venerologo?!


grazie fin d'ora
Buona giornata nonché buon lavoro
spero risponda qualche specialista al più presto

Luca

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. utente di Medicitalia, materiale biancastro (es: smegma) può essere presente ai genitali maschili esterni in diverse situazioni sia fisiologiche che patologiche (es: balanite da candida, balanite seborroica, etc). Con una visita specialistica accurata presso il Dermatologo a Lei più vicino, si potrà giungere ad una diagnosi precisa e programmare una terapia mirata al problema. Mi dispiace non poterle essere utile online, ma prescriverLe una terapia a distanza, senza avere idea della situazione in atto, sarebbe per Lei una perdita di tempo. Il Pap test è un'indagine in grado di fornire preziose informazioni alla donna, per quanto riguarda alcune patologie (es: prevenzione del carcinoma della cervice uterina), ma non è uno screening completo per tutte le malattie a trasmissione sessuale. Per una diagnosi mirata, contatti quanto prima il Suo dermatologo venereologo, avendo la pazienza di non applicare farmaci (es: cortisone, antimicotici, antibiotici) nella settimana che precede la visita. In questo modo, arriviamo al momento della visita, senza aver modificato il quadro clinico. Si raccomanda nel frattempo di evitare scelte terapeutiche e diagnosi basate unicamente su blog e forum, anche quando fornite da noi medici. Questi servizi di orientamento (compreso il nostro) devono servire ad incoraggiare la visita medica e non a sostituirla. Cordiali saluti e in bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 650XXX

Iscritto dal 2008
Salve dott. Del Sorbo

In primis la ringrazio per la celere risposta e per gli utili consigli.

Premetto che la visita da un dermatologo a questo punto sia d'obbligo nonché indispensabile, non sto richiedendo uan diagnosi a distanza... volevo solo un parere medico prima di interpellare fisicamente un medico (ma soprattutto a chi rivolgermi se urologo, dermatologo, etc...)

Da ignorante in materia, in quanto non sono un medico né tantomeno un dermatologo, francamente non credo sia smegma in quanto le placche in oggetto sono dure e non asportabili; credo che lo smegma a cui Lei si riferisce sia comunque di aspetto cremoso e asportabile... le placche si presentano come se fossero cicatrizzate sulla superficie della pelle del prepuzio ed alla base del glande. Almeno per come intendo io "smegma" (che ho avuto in età puerile).

Non sapevo che il pap test non fosse un esame completo, alla luce della sua affermazione consiglia una visita venereologica anche alla mia partner?!

La ringrazio nuovamente
Cordiali saluti
Luca & Partner
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Leggo ora il suo post;

ritengo quindi, ed ineluttabilmente, che lei dovrebbe rivolgersi, con serenità, senza procrastinare oltremodo e senza applicare nulla che possa controvertire il quadro a chi dovrà interpretarlo, alla sede specialistica VENEREOLOGICA (dall'esperto di cute e mucose genitali) poichè in prima istanza, è necessario escludere (e lo si afferma con tutti i limiti e l'assenza di alcun vincolo diagnostico in tale sede) una patologia molto diffusa e molto sottostimata quale il LICHEN SCLEROSUS in fase iniziale.

Tale patologia deve essere poi compresa in un ambito ben più ampio che riguarda molteplici condizioni muco-cutanee genitali, tutte da differenziare.

Abbiamo personalmente scritto molto in merito a questa patologia nel nostro portale Medicitalia.it, ma prima di tutto questo, serve necessariamente una corretta visita in tal senso poichè come potrà comprendere - il nostro orientamento telematico termina qui - ed ora la parola deve essere lasciata alla visione specialsitica del suo problema.

cari saluti e ci tenga pure aggiornati dopo la visita.